Xiaomi brevetta dispositivo per controllare drone tramite Miband

0

Xiaomi da pochissimo tempo è diventata leader mondiale nel settore tecnologia, proponendo smartphone, tablet, fasce da polso per il fitness, accessori per la mobilità elettrica. E non poteva farsi tentare dal grande scalpore destato dai piccoli droni civili che oramai sono diventati volenti o nolenti, parte delle nostre realtà quotidiane.

Un brevetto depositato presso l’Ufficio Cinese per la Proprietà Intellettuale, dimostra chiaramente in un disegno il forte interesse per il colosso asiatico nel prorompente settore dei droni. Nei pubblici disegni depositati presso l’ufficio brevetti cinese, si nota chiaramente un velivolo a pilotaggio remoto comandato da alcuni movimenti del polso e della mano. Si sviluppa da solo il pensiero che il controllo situato sul polso posso a essere una evoluzione della ultra nota MIBand, una fascia, anzi un bracciale da polso usato da milioni di sportivi per tracciare la loro attività fitness, il loro riposo e persino le attività cardiovascolari.

Progetto industriale o solo campagna pubblicitaria?

Difficile affermare se questo prodotto vedrà la luce al contrario di altri oggetti altamente tecnologici quali Lily o Zano, controllata da bracciali o smartphone, che hanno fatto la comparsa su Kickstarter e hanno deluso, dati i loro recenti flop, centinaia di migliaia di backers. Di certo il modello di business di Xiaomi si basa su altri principi e se il progetto dovesse andare in porto, sarebbe liberamente acquistabile sugli scaffali, non solo virtuali di Amazon.

 

1378 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: