La FAA placca i droni in vista del Super Bowl

0

Sì, in America, con o senza le restrizioni della FAA, ci sono molti droni in mano a privati cittadini. A confermarlo non sono numeri e statistiche ufficiali, ma lo spot che da qualche settimana sta passando su ogni genere di media per evitare che durante il prossimo Super Bowl 50 di football qualche operatore improvvisato tenti in qualche modo di accendere il suo velivolo e girare qualche bella immagine, anche solo nelle vicinanze dello Stadio californiano in cui si misureranno i Carolina Panthers e i Denver Broncos.

restriction zone for Super BowlLa campagna – creata congiuntamente dalla Unmanned Vehicle Systems International association (AUVSI), dall’associazione aeromodellistica americana (AMA) e dalla Federal Aviation Administration (FAA) – ricorda ai proprietari di droni e aeromodelli di rispettare le restrizioni di volo temporanee (TFR) che per l’evento di domenica coprono un raggio di 32 miglia nautiche intorno allo Stadium di Levi a Santa Clara. Misure straordinarie, visto che il Super Bowl è da sempre uno degli eventi più seguiti (e per questo più sensibili) del mondo.

Per essere più chiara possibile, la campagna ricorda anche cosa debba fare un pilota prima di volare con il proprio drone, con un piccolo decalogo in cui vengono ricordati i limiti delle TFR, la registrazione dei velivoli, le precedenze, l’altezza massima e l’obbligo di volare a vista.

583 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: