Droni acquatici e intelligenti per monitorare il Lago di Garda

0

Un progetto europeo denominato IntCatch prevede il monitoraggio dello stato di salute delle acque del lago di Garda attraverso i dati raccolti da droni marini.

Ambizioso, tecnologiico e ambientalmente utile, ecco come IntCatch un progetto finanziato da Horizon2020 un programma europeo di ricerca e innovazione, ha ottenuto uno sperato e cospicuo finanziamento e vedrà il via i primi giorni di giugno 2016 per terminare per l’appunto nel 2020.
Presentato dal suo coordinatore Francesco Fatone, docente di Impianti chimici all’università di Verona, IntCatch prevede una flotta di droni smart, che grazie ai loro sensori biometrici raccoglieranno campioni di acque del Lago di Garda inviandole a soluzioni informatiche in cloud che dopo averle elaborate e taggate con il GPS di bordo, le renderanno disponibili ai cittadini. Tra le motivazione che hanno concesso l’assegnazione del finanziamento complessivo di 8,700.935 euro tra gli oltre 170 domande di partecipazione, pare che questa sia stata una clausola che ha permesso al progetto di emergere tra i concorrenti.

droni-controllo-salute-acque-lago-garda-2

I droni acquatici non avranno bisogno di essere guidati da appositi radiocomandi, ma grazie a un programma di gestione e intelligenza artificiale, potranno svolgere le loro missioni in completa autonomia. Il loro scopo sarà quello di individuare sostanze e agenti inquinanti come pesticidi, diossine, o idrocarburi policiclici aromatici, nonché a rilevare la presenza di rifiuti solidi sospesi. I partner italiani in una ottica multi disciplinare, sono: LabICAB (laboratorio di Ingegneria chimica dell’ambiente e dei bioprocessi dell’Università di Verona), Algorithmica, Azienda Gardesana Servizi, Istituto Superiore di SanitàPersonal Genomics (spin-off dell’università veronese) e Technital,

Successivamente, il progetto prevederà il monitoraggio delle acque del lago greco di Yliki nei pressi di Atene e il fiume Tier che bagna Barcellona.

1228 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: