No Drone Zone, eppur si vola ugualmente !

0

E’ purtroppo oramai consuetudine leggere sui giornali nazionali, di come turisti stranieri in visita nelle più importanti piazze italiane, estraggano dallo zainetto il proprio drone per farsi un selfie aereo, magari con lo sfondo del Duomo di Milano o di Santa Maria Novella a Firenze.

I più fortunati, si sentono fare una ramanzina dalla Polizia Locale, quelli scalognati vengono arrestati dalle forze dell’ordine come successo la scorsa settimana a Roma, dove alcuni turisti stranieri facevano volare un drone nei pressi del Colosseo.
Oramai in tutto il mondo esistono regolamenti più o meno severi che normano l’utilizzo dei droni civili, cioè i piccoli velivoli a pilotaggio remoto; e nel bene o nel male, coloro che sono del settore o perché professionisti o perché hobbisty, sono a conoscenza di cosa si possa o non si possa fare con questi oggetti e sopratutto dove si possa o non si possa volare.
Esistono persino App da installare sugli smartphone per identificare grazie al GPS le zone dove sia possibile effettuare un voletto per fare delle belle riprese aeree o delle fantastiche foto.

area-51-no-drone-zone
Pare che negli Stati Uniti sia stata sorvolata e filmata persino l’Area51, la zona misteriosa dove si narra siano custoditi astronavi e addirittura alieni in carne e ossa.
Anche in Italia, come si diceva, sono quasi all’ordine del giorno notizie che raccontano di turisti ignari che come nel recente caso romano, violano non solo i regolamenti locali, ma anche specifiche ordinanze emesse per questioni di sicurezza nazionale.

No-Drone-ZoneQuindi anche se scontato per gli addetti ai lavori, forse sarebbe opportuno cominciare a vedere appesi per la strada, o comunque nei siti nei quali serva una particolare attenzione, qualche cartello ben redatto, persino senza didascalie, nei quali sia ben evidente il divieto di utilizzare droni.
Così come nei musei, nelle chiese o presso alcuni monumenti particolari, sono ben esposti i divieti di usare le macchine fotografiche, forse sarebbe il caso di affiancare anche il simbolo del divieto di utilizzare i droni.

Non mancheranno coloro che a dispetto della segnaletica, faranno comunque le foto anche con il flash o in questo caso un volo con il drone dell’ultimo momento, ma se non altro l’informazione sarà stata resa di dominio pubblico.
Formare e informare, possono essere i primi importanti passi per un utilizzo responsabile di queste nuove tecnologie.

 

 

 

787 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: