ENAC pubblica linee guida per droni con criteri di inoffensività

0

L’Ente Nazionale Aviazione Civile, ha pubblicato quest’oggi la linea guida LG 2016/003-NAV – Ed. n.1 del 1° giugno 2016 – Aeromobili a pilotaggio remoto con caratteristiche di inoffensività.

Il che significa, non parlando in legalese, che sono stati enunciati le raccomandazioni, da dover rispettare per poter classificare il proprio drone, ma in questo caso il termine corretto è SAPR, Sistema Aeromobile a Plotaggio Remoto come inoffensivo.
I criteri di inoffensività spesso citati nel Regolamento per i droni professionali, vengono finalmente spiegati nel dettaglio. Nel documento che analizzeremo con maggiore calma nei prossimi giorni, sono citate le possibilità da adottare/rispettare, nello sfortunato caso nel quale il drone si impatti contro una persona non coinvolta direttamente nelle operazioni.

Di regola l’impatto di un APR contro una persona potrebbe avere serie conseguenze, in casi estremi anche letali , tuttavia possono esistere APR in possesso di caratteristiche tali che il loro impatto contro persone possa determinare danni di modesta entità o nessun danno.

Si legge ad esempio all’interno della linea guida pubblicata dall’Ente. Vengono altresì analizzate le parti principali di un drone (SAPR), quali i materiali costruttivi, la presenza di parti taglienti o appuntite, le protuberanze o le parti di materiale duro, le parti rotanti (eliche).

linee-guida-sapr-inoffensivi

Link al documento ENAC Linee Guida sui criteri di inoffensività per i SAPR

Una disamina molto completa, che siamo certi susciterà molte perplessità tra gli operatori, ma siamo certi che l’Autorithy aeronautica, non abbia lasciato nulla al caso. Nelle righe finali del documento ci sono anche alcune considerazioni sulla possibilità di un eventuale impatto tra un drone e un aeromobile vero.

Nessun criterio di inoffensività è stato proposto da ENAC al fine di valutare l’impatto di un APR contro un aeromobile pilotato in volo.

E la motivazione dichiarata è che sia alquanto difficile, se non impossibile quantificare a priori un evento che almeno a quanto ci risulta sino ad oggi, non sia mai successo.

I suggerimenti sui materiali costruttivi a bassa densità, quali polistirolo o altri espansi, che dovrebbero/potrebbero riparare parti dure, quali motori, bracci in carbonio, sono tutti estremamente validi e ragionati a nostro avviso, ma trattandosi di linee guida, il costruttore o progettista del SAPR non saprà se a tutti gli effetti l’Ente rilascerà il proprio benestare, in quanto come ben spiegato a pagina 9, spetterà a ENAC l’ultima parola sulla classificazione di  Inoffensività accertata,

Ecco il link alla pagina di presentazione della linea guida sui criteri di inoffensività e il link diretto per lo scaricamento del documento in formato pdf.

2348 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: