Laser anti-droni? Ecco il jammer anti laser!

0

Jammer-anti-laser-anti-droni. Detto così potrebbe far pensare ad un contorto esercizio per la lingua, ma in realtà si tratta dell’ultima novità in fatto di droni militari e controllo dei cieli. Da tempo la tecnologia militare ha iniziato a servirsi (e sta perfezionando) laser anti droni, sistemi in grado di interferire con i comandi dei velivoli militari controllati in remoto e soprattutto di abbatterli prima che raggiungano il loro bersaglio. Attualmente queste tecnologie sono estremamente efficaci, ma potrebbero esserlo ancora per poco se è vero che l’azienda Adsys Controls ha sviluppato Heyos, un jammer passivo che può confondere le armi laser.

Brian Goldberg, CEO dell’azienda californiana, afferma che l’apparecchio, installato su un drone, può accorgersi dell’arrivo di un raggio laser ed identificare le sue caratteristiche chiave, come potenza, lunghezza d’onda, frequenza e fonte di provenienza. A questo punto Helios interferisce con il controllo del raggio, impedendo al laser che attacca di restare fermo sul bersaglio (condizione necessaria per provocare la maggiore entità di danni). Non sono stati offerti dettagli sul suo modo di interferire con gli altri laser.

Secondo Goldberg, che però non è sceso nei dettagli sul modo in cui Helios interferisce con gli altri laser, il suo sistema rappresenta una “protezione permanente” ma ad oggi la sua azienda non ha ancora firmato alcun contratto col ministero della difesa americano. Alcuni esperti pensano che il jammer possa colpire le fonti di attacco utilizzando un proprio raggio laser, magari a bassa intensità, ma ciò implicherebbe che a sua volta Helios possa essere individuato e colpito da altri raggi laser, magari gli stessi che si proponeva di distruggere.

344 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: