La Danimarca punta forte sui droni per l’ispezione degli impianti eolici

0

La Danimarca sta per investire 64 milioni di corone danesi (quasi 10 milioni di dollari) nella ricerca di potenziali applicazioni dei droni professionali, soprattutto nelle ispezioni delle turbine eoliche degli impianti di produzione di energia offshore. Il progetto vedrà la University of Southern Denmark, finanziata con 30 milioni di corone danesi, in testa ad altre 4 università del paese, tutte unite allo scopo di unire le forze della nazione nella ricerca nel settore dei droni.

L’impegno economico di prim’ordine conferma la grande considerazione che Danimarca riserva alle grandi potenzialità dell’uso dei droni in sinergia con gli impianti estrattivi e produttivi della nazione, fondamentali per la ricchezza del paese. Attualmente la Danimarca, paese da sempre all’avanguardia nel mondo per quanto riguarda l’energia eolica, conta ben 15 impianti offshore e ricava dal vento quasi la metà del suo consumo energetico (il 42,1% nel 2015), dislocati in diverse zone del territorio.

impianti-eolici-offshore-danesiLa nuova piattaforma di ricerca possiede tutte le carte in regola per risolvere nel modo migliore tutti i diversi problemi tecnici che al momento impediscono ai droni professionali di fare l’exploit che tutti si aspettano.

È stata Ulla Tørnæs in persona, Ministro dell’Istruzione e della Ricerca danese, ad assicurare che grazie a questo finanziamento i team di ricerca universitaria potranno acquistare tutto l’equipaggiamento necessario a sviluppare i futuri droni. Al centro di ricerca della University of Southern Denmark verranno creati due nuovi laboratori, uno dei quali disporrà di simulatori avanzati grazie ai quali i ricercatori potranno testare i droni in diversi contesti ambientali, ad esempio riproducendo virtualmente le condizioni meteo (e soprattutto il forte vento) che caratterizzano gli impianti eolici offshore.

845 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: