Il drone eBee diventa Plus: più grande, con un ora di autonomia, specializzato per l’aerofotogrammetria

0

Upgrade per il piccolo tuttala svizzero, uno dei pochissimi droni che in Italia ha ottenuto (per alcuni esemplari specifici) l’attestato di inoffensività da Enac. Con la versione Plus, eBee diventa un poco più grande, l’apertura alare passa da 96 a 110 cm, e l’autonomia di volo adesso sfiora l’ora, mentre prima era di 45 minuti, che comunque è un gran tempo di volo per una macchina così piccola. Ora conun singolo volo possono essere mappati 220 ettari di terreno.

Ma la novità maggiore sta nei sensori, S.O.D.A (Sensor Optimized for Drone Applications), una camera RGB con un sensore da un pollice e tecnologia Global Shutter, che fa sì che tutti i pixel che compongono un’immagine vengono catturati nello stesso istante, mentre con la classica tecnologia Rolling Shutter Il fotogramma viene composto dall’alto verso il basso catturando i pixel in sequenza, cosa che richiede un certo lasso di tempo; in sostanaza il global shutter consente d ottenere immagini più nitide quando si vola ad alta velocità e a bassa quota. Ciò significa in sostanza che con l’eBee Plus si possono catturare immagini con una risoluzione di  2.9 cm da un’altezza di ripresa di 122 metri. Per le applicazioni in agricoltura di precisione, potrebbe comunque essere più indicato il sensore specifico Sequoia, sempre del gruppo Parrot, che è compatibile con l’eBee Plus.

 

2163 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: