Intel fa sul serio: arriva Falcon 8+, il primo drone Intel Inside

0

Non è una novità che Intel sia interessato al mercato dei droni: ha investito molti soldi in Yuneec, che monta le camere Intel realSense per evitare gli ostacoli, ha da poco cmmercializzato un kit per sviluppatori di droni e adesso esce con un drone marchiato Intel, costruito dalla tedesca Ascending technologies, acquistata dalla stessa Intel nel gennaio scorso.

if8_intel-falcon-8_dsc08699_bea_website-1

Il drone “Intel Insde” si chiama Falcon 8+ ed è un ottocottero industriale compatto, con una configurazione ah H piuttosto inusuale ma è un design tipico di Ascending. Disponibile solo nel mercato europeo, la macchina offre il miglior rapporto peso/payload del mercato, in particolare 800 grammi per una macchina che a vuoto pesa 1,2 downloadkg: in questo modo si può mantenere un peso massimo al decollo sotto i due chili, con tutti i vantaggi che e derivano dal punto d vista normativo e assicurativo. Nonostante tutto, la macchina grazie alla configurazione ad H è piuttosto facile da trasportare, date le dimensioni di 768 x 817 mm. L’alto payload rispetto al peso a vuoto gli consente di portare in cielo agevolmente una macchina fotografica mirrorless.
L’elettronica  E’ totalmente ridondante, nel senso che tutta la circuiteria di bordo è duplicata e pronta a intervenire in caso di malfunzionamento dell’altra metà. Ridondanza che diventa addirittura tripla nel caso dell’autopilota AscTec Trinity. 

Intel Cockpit, water-resistant user interface, is part of the Intel Falcon 8+ unmanned aerial system. Intel Corporation on Oct. 11, 2016, announced the Intel Falcon 8+, an advanced drone with full electronic system redundancy that is designed with safety, ease, performance and precision for the North American markets. (Credit: Intel Corporation)

Intel Cockpit

La vocazione industriale dell’ottocottero tedesco, presentato all’Intergeo di Amburgo, si vede chiaramente nella ground station, veramente impressionante e di impostazione tipicamente “industry Grade”, Intel Cockpit. Waterproof, è completata da un monitor touchscreen con ritorno video FullHD (1080p) fino a 500 metri di distanza, una performance che non ci colpisce grancé a dire il vero. C’è anche un display secondario a cristalli liquidi. Nato principalmente per l’aerofotogrammetria e il controllo di manufattii, ha una precisione millimetrica nel posizionamento in volo grazie alla tecnologia Ground Sample Distance (GSD), che consente di avvicinarsi moltissimo all’infrastruttura da esaminare (per esempio un ponte o una diga) senza il rischio di sbatterci contro.

1024 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: