Il drone di Google resta orfano: lascia Dave Vos

0

Duro colpo per le ambizioni di Google nei piccoli droni da trasporto merci. Si dimette Dave Vos, il capo di Project Wing, uomo chiave anche per le relazioni tra Mountain View e la FAA, l’ENAC americana.

pwIl Project Wing, drone di Google nato con l’intenzione di trasportare medicinali e posta nelle zone rurali dell’Australia, non è stato un progetto fortunato: la formula scelta, un drone in grado di cambiare assetto per atterrare e decollare verticalmente e volare come un aeroplano per coprire distanze superiori a maggior velocità, si è rivelato talmente poco pratico e complesso da costringere Google a rivedere da cima a fondo il design della macchina, ancora allo stato embrionale. E da macchina sociale, contro la solitudine estrema dei farmer australiani, è diventata un fenomeno da baraccone che porta i burritos nei campus universitari, fine piuttosto ingloriosa per un progetto che aveva ben altre ambizioni.

dvMa project Wing potrebbe anche finire nel dimenticatoio dopo che il suo creatore, Dave Vos,  getta la spugna, e al suo posto entra Astro Teller, il Ceo dei laboratori di Google X, che ha ben altro a cui pensare che non i droni: si occupa dell’auto senza guidatore, degli occhiali da realtà virtuale, di lenti a contatto intelligenti, di aquiloni che generano energia e palloni stratosferici per portare Interne dove non arriva, cercando di battere i droni Aquila del concorrente facebook che vuol fare la stessa cosa. Teller avrà tempo anche per consegnare i pacchetti con il drone? Lo scopriremo, quel che è certo è che Vos non lascia solo un drone che a conti fatti non si è rivelato un successone, ma anche un tesoro fatto di entusiasmo e competenza. E di relazioni, che pesano tantissimo in un mondo dove le regole cambiano vorticosamente: Vos rappresentava Google presso la FAA, l’Enac americana, di cui era consulente per la regolamentazione d applicare ai droni usati per lavoro (i nostri SAPR). Un vuoto che sarà difficile colmare, e che Project Wing sintetizza così: “Dave ha contribuito a costruire una solida base di cultura aeronautica nell’intero tam, portando il nostro progetto a un livello in cui si è in grado di eseguire missioni di consegna end-to-end, ripetutamente e in modo sicuro. Siamo grati per i contributi di Dave e gli auguriamo buona fortuna per il futuro”.

799 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: