Parrot Bebop 2: arriva la nuova funzione Follow Me con Visual Tracking

0

Natale si avvicina e Parrot non vuole fermarsi all’introduzione del suo nuovo drone ad ala fissa Disco, ma aumenta la potenza di fuoco sul mercato offrendo ai possessori del Bebop 2 la possibilità di implementare la funzione Follow Me, grazie ad una nuova applicazione di Visual Tracking. Si tratta di un pacchetto aggiuntivo dell’app Free Flight Pro, acquistabile al prezzo di €19,99 dopo una periodo di prova gratis di 15 giorni, per adesso disponibile solo per gli utenti con iOS (quelli Android dovranno aspettare dicembre).

La nuova funzione è stata sviluppata da Parrot combinando il sofisticato algoritmo di visual tracking con il sistema GPS e persino con il barometro dello smartphone (dove presente), per offrire un’accuratezza e un’affidabilità senza precedenti. Il visual tracking agisce quasi come un vero e proprio occhio umano, isolando i colori e la diverse forme del soggetti nel contesto ambientale, determinando un’inquadratura sempre centrata sul soggetto ed estremamente accurata (meno di un metro). Il resto lo fanno il GPS dello smartphone, che determina la posizione entro i 5 metri di precisione, e il barometro, negli smartphone che ne sono dotati, che ottimizza il tracking verticale del soggetto.

parrot-follow-me-tracking-verticale

In pratica, una volta attivata la funzione Follow me, sarà praticamente impossibile sfuggire all’occhio vigile del Bebop 2. Una volta volta inquadrato il soggetto, il drone lo seguirà fedelmente ovunque dovesse avventurarsi o correre via: uscite in bicicletta, corsa, arrampica e sport estremi inclusi.

Le modalità di pilotaggio offerte dalla nuova funzione sono due: “auto follow” e “inquadratura automatica”, a seconda che si desideri essere il soggetto ripreso o vestire i panni del pilota/regista.

Modalità auto follow

Con questa funzione è possibile impartire al drone alcune regole di base, come ad esempio l’altitudine di volo, la distanza dal soggetto (non meno di 5 metri) e l’angolo di visione. Fatto questo, non resta che indicare il soggetto da tracciare ed il gioco è fatto. A questo punto il drone vi seguirà in automatico nelle vostre attività outdoor, avendo cura di tenervi sempre al centro dell’inquadratura. Lo smartphone potrete rimetterlo in tasca, oppure infilarlo nell’armband per tenere traccia dei vostri progressi sportivi, a meno che non vogliate intervenire sul volo del drone per ritoccare i parametri precedentemente impostati.

parrot follow me nuova funzione

La modalità di volo Auto Follow include delle funzioni che per migliorare e personalizzare le riprese: Perfect Side permette di impostare l’angolo di ripresa (parte anteriore, posteriore, etc), mentre Magic Dronies  raccoglie una serie di movimenti già programmati che daranno alle vostre riprese un tocco da pilota professionista, come

  • Orbita: il drone si muove di 360 gradi intorno al soggetto ripreso
  • Parabola: il drone si muove ad arco sopra il soggetto, descrivendo una parabola fino a raggiungere 10 metri di altezza rispetto al punto di partenza
  • Boomerang: il drone avanza e torna indietro di 30 metri, muovendosi lungo l’asse della telecamera
  • Zenith: il drone si muove in avanti, salendo a 15 metri di altezza rispetto alla partenza, per poi tornare alla posizione iniziale

Modalità Inquadratura Automatica

Questa modalità è dedicata a chi si sente più pilota e meno protagonista del video. La caratteristica principale di questa modalità risiede infatti negli algoritmi avanzati di visual tracking, che consentono al drone di riprendere il soggetto del video con la massima autonomia. In questo modo è possibile limitarsi a pilotare il Bebop 2 e lui in automatico regolerà l’angolo della telecamera. Ma è anche possibile lasciare il drone in hovering, in questo caso il Bebop 2 adeguerà l’angolo della camera e ruoterà su se stesso, mantenendo sempre il soggetto al centro dell’immagine.

791 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: