Giusto in tempo per Natale, arriva un interessantissimo drone targato AeroVironment

0

L’industria americana cerca il riscatto: dopo i naufragi di 3DR e GoPro, ci prova AeroVironment. Che i droni sicuramente li sa fare, visto che è un fornitore del Pentagono. Gli americani non saranno granché a fare i droni civili, ma con quelli militari sono bravi, bisogna ammetterlo. Come se la caverà AeroVironment nel settore civile?

ravenIl drone in questione si chiama Quantix e viene dall’esperienza accumulata con lo sviluppo del Raven (nella foto), drone militare adottata anche dal nostro Esercito, che lo ha usato con ottimi risultati anche nelle operazioni di pattugliamento dopo i recenti terremoti. Ma mentre il Raven è un aeromodellone robot ad ala fissa, il Quantix è un ben più avanzato drone ibrido che può decollare, atterrare e stare in hovering come un quadricottero e volare come un aereo, alla rispettabile velocità di 45 miglia all’ora (circa 70 km/h). Volando da aeroplano ha una autonomia più che buona, 45 minuti: nelle operazioni specializzate tipiche di questo drone significa trattare 400 acri di campi agricoli (pari a 160 ettari) oppure controllare 60 km di gasdotti o elettrodotti. Le dimensioni sono piuttosto compatte, un metro di apertura alare e 2,3 kg di peso massimo al decollo.

Il payload, a seconda delle applicazioni, può essere una camera ad alta risoluzione da 18 megapixel oppure una multispettrale. Molto interessante è il software, sviluppato in casa, che ripetendo nel tempo voli automatici compara le riprese fatte in tempi diversi, per esempio per verificare immediatamente il degrado di un manufatto o lo stato di maturazione di un raccolto. Il prezzo non è stato comunicato.

Gallery

3332 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: