Idea brillante dall’Inghilterra: usare i droni per illuminare il cammino

0

Quante volte è capitato di trovarsi a camminare o pedalare al buio, con il rischio di sbattere il naso? E allora perché non usare un drone dotato di Follow Me e led ad alta luminosità per vedere dove mettiamo i piedi? L’idea sa più di marketing che di servizio, ma è perfettamente realizzabile ed è della compagnia assicuratrice inglese Direct Line.

Una trovata pubblicitaria, certo. Ma fattibile nella realtà, visto che quello che ha sviluppato l’assicuratore inglese Direct Line è fattibile con normalissimo software open source. Nel video qui sopra, si vede come il drone faccia luce a pedoni, ciclisti e anche a un team di volontari del soccorso.

Certo, a rigor di regolamento i droni ricreativi non possono volare di notte e non sapremmo dire se portare per aria una lampadina sia o meno una operazione specializzata, ma vabbé, ce ne faremo una ragione, meglio far arrabbiare Enac che pestare il naso o cadere nel fosso. Però, regolamento a parte, ci sono diversi usi leciti di questa idea, per esempio per le operazioni specializzate notturne, che si possono fare se autorizzate: il drone può essere una pratica fonte di illuminazione per persone che devono lavorare di notte. Non è invece molto consigliabile a chi non si sente sicuro al buio per paura dei malfattori: avere un bel drone sulla testa che ci illumina e ci indica a tutti i balordi del circondario non sembra un’idea così brillante.

Chi volesse copiare l’idea, ecco un altro video che mostra come è stato realizzato l’accrocchio.

1011 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: