Nokia crea un avveniristico campo volo per droni in Dubai

0

L’Emirato ha un rapporto ambivalente coni i droni: da un lato ospita gare FPV di risonanza mondiale, usa i droni per molte attività specializzate, non ultima scoprire chi abbandona rifiuti nel deserto, dall’altro ne ha una gran paura e più di una volta il suo aeroporto internazionale è stato chiuso per timore di collisioni con droni illegali. Ora in collaborazione con Nokia crea un centro ultramoderno per testare le tecnologie dei robot volanti del futuro

schermata-2016-11-22-alle-11-52-21Si chiama Sama Alsaqer, “Il cielo dei falconi”, l’avveniristico centro che Nokia sta costruendo a Dubai per fare test avanzati con i droni, compreso il volo Blos, fuori della vista del pilota, altrimenti proibito non solo in Dubai ma in tutto il mondo. Sorgerà vicino alla capitale, ma grazie a potenti strumenti digitali non c’è alcun rischio che un drone fuori controllo finisca in città o sul suo aeroporto.

schermata-2016-11-22-alle-11-59-53In pratica è il sogno di ogni aeromodellista: un campo volo immenso dotato di tutti i comfort, compreso un laboratorio attrezzatissimo per riparare, modificare o comunque intervenire sui droni che hanno bisogno di una  aggiustatina, per gli interventi più importanti non mancano stampanti 3D da mettere a disposizione dei frequentatori, che sono sia appassionati sia aziende o Enti governativi che vogliono fare test di servizi sofisticati e complessi, come per esempio i delivery porta a porta con il drone. Anche quello che normalmente è proibito diventa permesso, all’interno del recinto d sicurezza del cielo dei falconi. Ci sono piste di decollo e atterraggio asfaltate per i droni ad ala fissa e piazzole per multicotteri ed elicotteri con QR Code per gli atterraggi di altissima precisione.

schermata-2016-11-22-alle-12-01-17L’unico obbligo è che i droni devono ospitare una sim card LTE, che sarebbe una sim per telefonia di ultima generazione, che consente al centro di tracciare la rotta di tutti i droni che volano sia dentro sia fuori della struttura per fornire i necessari servizi della torre di controllo, evitare collisioni, interferenze e di uscire dallo steccato digitale che delimita l’area di sicurezza, oltre a fornire al pilota importanti informazioni sul suo volo e su quello dei droni vicini. Ci sono anche scuole di volo per prendere i certificati per il pilotaggio professionale per i SAPR (obbligatori dappertutto, anche in Dubai). Visto che la rete LTE copre tutto l’Emirato, i servizi di torre di controllo del sistema Nokia funzionano anche fuori dal centro e permettono anche a chi fa operazioni specializzate di affidare alla torre totalmente il controllo del suo mezzo, in modo per esempio da seguire un elettrodotto in modo completamente automatico per le verifiche ingegneristiche. E il sistema è anche un efficace sistema di verifica del proprietario e del pilota del mezzo, una richiesta sepre più pressante delle authority aeronautiche internazionali e che sarà presto obbligatorio anche in Italia.

L’idea ci piace moltissimo, soprattutto perché aiuta a superare la solitudine del donista: una volta chi faceva aeromodellismo si ritrovava nei campi volo, dove c si scambiavano esperienze, informazioni e si cresceva insieme.

 

 

773 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: