Più aquilone che drone, dalla Svizzera arriva Fotokite

0

Non ha una radio, ma un guinzaglio. Porta in volo una action cam, costa circa 250 dollari ed è un bizzarro incrocio tra un drone e un aquilone (kite, appunto, in Inglese). Avrà successo? Boh?

Igirls_flying_fotokite_city-1500-800nteressante arnese proposto da un’azienda svizzera. Si chiama FotoKite, è pieghevole come vuole l’ultima moda dei droni, ma non è esattamente un drone, visto che non è a controllo remoto,  e non richiede nessuna abilità per pilotarlo, si tiene al guinzaglio per farsi selfie al volo.

Si tiene infilato in un tubo tipo quello delle patatine Pringles, lo si estrae, gli si lascia qualche secondo per orientarsi e il drone decolla. La quota e il raggio d’azione dipendono da quanto guinzaglio gli diamo. In caso di batterie esaurite o guinzaglio rotto, parte l’atterraggio automatico e si posa al suolo (se siamo fortunati, sennò in mezzo all’acqua o sulla testa di qualcuno).

fotokite_riverside_1I comandi sono semplicissimi: con un pulsante sul guinzaglio diamo e togliamo filo, mentre il drone esegue delle orbite circolari sopra la nostra testa. Ci ricorda assolutamente i divertentissimi ma un poco fuori moda aeromodelli a volo vincolato circolare, dove si muoveva il timone di profondità collegato a una manopola e due cavetti d’acciaio per comandare le evoluzioni dell’aeromodello. L’unica differenza è che qui il cavetto è uno solo, ma con i movimenti del polso lo si guida proprio come un glorioso vvc. C’è poi la modalità “follow me”, dove invece che fare gli “orbit” il drone sta fermo e segue il suo cavo. Insomma, un arnese bislacco, ma ha il suo perché. Anche se l’impressione è che dopo dieci minuti ha già stufato.

798 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: