BeeCopter il drone leggero e inoffensivo per l’aerofotogrammetria

0

Nonostante il regolamento ENAC, nella sua attuale versione e successivo emendamento parli di droni da 300 grammi muniti di para eliche, si presuppone che ci sarà un allineamento europeo e internazionale al peso di 250 grammi.
Questa idea o supposizione, ha fatto in modo che molti produttori, importatori e distributori preferiscano inserire nei loro cataloghi di vendita di prodotti e servizi droni o in questo caso è meglio parlare di SAPR, dal peso di soli 250 grammi. Non necessariamente perché più magro sia uguale a più bello o funzionale, ma per una semplice strategia commerciale ed evitare di trovarsi con un drone obsoleto e inutilizzabile per lo scopo per il quale era stato progettato.

L’idea di Microgeo, azienda toscana attiva nel settore professionale della aero fotogrammetria con i droni, termografia e rilievi con laser scanner è proprio quella: presentare un drone di 248 grammi che sia in grado di essere al passo con i tempi anche nello sfortunato, ma non impossibile caso che il CDA di ENAC il 16 dicembre decida di apportare delle modifiche al regolamento con un nuovo emendamento le cui voci di corridoio, fanno presupporre un bel regalino da mettere sotto all’albero dei dronisti italiani.

beecopter-drone-250-grammi-vista-sotto

il piccolo e leggero drone inoffensivo BeeCopter visto da sotto

Lo hanno chiamato BeeCopter e si tratta di un drone che pesa meno di 250 grammi, adatto ad essere considerato come inoffensivo, ma capace di svolgere lavori di fotogrammetria aerea, secondo lo standard di MicroGeo.
Peso e dimensioni ridotte quindi per il quadricottero BeeCopter che nella misure di 16x16x10 centimetri trasporta in volo un fotocamera da 12 megapixel per un periodo di tempo di 10 minuti circa. Eliche da 5 pollici, fotocamera con ottica modificata per eliminare le distorsioni delle immagini e inclinabile a mano sino a 90 gradi, fanno di questo piccolo insetto robotico, un perfetto alleato per missioni urbane – evitando gli assembramenti di persone e al di fuori della ATZ – un compagno perfetto per il topografo, o il professionista che debba eseguire rilievi, senza necessità di attestati.
Uno drone professionale, anzi un piccolo SAPR adatto al regolamento EASA 2017, perlomeno così afferma MicroGeo nella sua pagina istituzionale.

E’ facile prevedere che ci sia uno slittamento verso tale classe di peso, ma onestamente per il mercato italiano, questo clima di instabilità sulle normative, sui cambiamenti relativi agli attestati dei piloti che se non convertiti perderanno di validità, non potrà fare a meno di infliggere sofferenze, rallentamenti e perdite economiche tali da fargli perdere la competitività verso il resto delle nazioni europee.

beecopter-microgeo

 

3137 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: