Superbowl: l’assurdo ban ai droni non vale per Lady Gaga

0

La FAA proibisce di far volare droni nel raggio di ben 60 km dallo stadio che ospiterà stanotte il Superbowl. Un ban ridicolo, che fa discutere in America: ovvio che sullo stadio on si debba volare, ma 60 km sono senza dubbio una esagerazione. E la proibizione non vale per Lady Gaga…

La finale del Superbowl, il campionato di football americano che si terrà oggi alle 3 di notte (ora italiana) è proibitissima ai droni. Tanto che a FAA, l’ENAC americana, ha messo un ridicolo ban a tutti i droni nel raggio di ben 60 chilometri dallo stadio di Houston (Texas)  dove si affronteranno gli Atlanta Falcons (al secondo Super Bowl, finora tutti persi) e i favoriti New England Patriots (che cercano il quinto titolo).



Ma voleranno lo stesso centinaia di droni, proprio al centro dello stadio: sono quelli che Lady Gaga (nella foto con uno strampalatissimo abito drone) utilizzerà per il suo show tra primo e secondo tempo della partitissima. Naturalmente la showgirl ha un permesso speciale della stessa FAA, e l’indiscrezione sul fatto che nello show saranno usati droni viene da CNN Money.

E‘ la prima volta in assoluto che negli show del SuperBowl entrano i droni. Non trapela nulla su quali droni saranno e cosa faranno, ma siamo pronti a scommettere che si tratti dei droni Shooting Star di Intel, specializzati per volare in formazione pesante di centinaia di esemplari per fare giochi di luce, che il chipmaker utilizza anche per gli spettacoli nei parchi americani di Walt Disney. Stasera vedremo se avevamo ragione.

 

1699 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: