Richiesta di una info riguardo alla autorizzazione ENAC

Regolamento del forum, news ed anticipazioni da parte dello staff, suggerimenti o segnalazioni di migliore da parte degli utenti
Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: lun 5 dic 2016, 16:05

Richiesta di una info riguardo alla autorizzazione ENAC

Messaggioda Beka Eradze » lun 5 dic 2016, 21:21

Buonasera a tutti,
mi chiamo Beka, mi sono da poco iscritto su questo sito. Volevo chiedere una domanda e spero che qualcuno mi possa rispondere. Ho da poco ottenuto l'attestato di pilota di droni per le operazioni specializzate non critiche e ho intenzione di fare il corso anche per quelle critiche. Qualcuno mi potrebbe dire se acquistando un drone (dotato di tutti i documenti necessari a fini dell'autorizzazione Enac) potrei prima svolgere operazioni non critiche e, dopo l'ottenimento dell'attestato per le operazioni critiche, anche quelle critiche con lo stesso drone? Cioè sarebbe possibile ottenere l'autorizzazione da parte dell'Enac di svolgere prima le operazioni non critiche e dopo critiche con lo stesso drone?
E un'altra cosa: qualcuno mi potrebbe consigliare un negozio o un distributore dei droni (soprattutto Dji Phantom) che venda i multicotteri a prezzi convenienti e dotati di vari documenti ai fini dell'autorizzazione Enac per operazioni critiche(incluso il certificato per aver effettuato le attività sperimentali)?
Ringrazio caldamente in anticipo tutti
Buona serata
Beka

Utente
Messaggi: 20
Iscritto il: mer 12 ott 2016, 20:07
Località: Roma

Re: Richiesta di una info riguardo alla autorizzazione ENAC

Messaggioda Simone82 » mar 6 dic 2016, 11:22

Ciao Beka, certo che puoi passare all'attestato CRO utilizzando lo stesso drone! Attualmente devi aver maturare un certo numero di missioni in fase di addestramento, ovvero 30 da 10 minuti per totali 6 ore di volo.
Naturalmente per come oggi è il territorio italiano, le operazioni specializzate non critiche sono praticamente rarissime. Giusto un po' di agricoltura di precisione nei grandi campi coltivati o nelle vigne. In tutti gli altri casi con un Phantom far passare una zona come non critica è impossibile nel 90% del territorio italiano (al netto delle montagne e del mare): una casa, un capannone, un palo dell'alta tensione, per non parlare di FIR, ATZ e delle aree vietate al sorvolo, lo troverai sempre all'interno del tuo buffer di volo.

Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: lun 5 dic 2016, 16:05

Re: Richiesta di una info riguardo alla autorizzazione ENAC

Messaggioda Beka Eradze » mar 6 dic 2016, 12:13

Caro Simone, Grazie mille della risposta
Buona giornata ed un caro saluto
Beka

Utente
Messaggi: 4
Iscritto il: mar 3 gen 2017, 16:33

Re: Richiesta di una info riguardo alla autorizzazione ENAC

Messaggioda Jollyphantom » mer 11 gen 2017, 7:51

Simone82 ha scritto:Giusto un po' di agricoltura di precisione nei grandi campi coltivati o nelle vigne. In tutti gli altri casi con un Phantom far passare una zona come non critica è impossibile nel 90% del territorio italiano (al netto delle montagne e del mare): una casa, un capannone, un palo dell'alta tensione, per non parlare di FIR, ATZ e delle aree vietate al sorvolo, lo troverai sempre all'interno del tuo buffer di volo.


Mi sembra un'interpretazione piuttosto restrittiva delle norme enac. Un buffer da 200 di raggio si trova senza problemi, non credo sia un palo della luce a rendere un'operazione critica, si parla di infrastrutture "sensibili" che quindi possano essere danneggiate dal drone.
Un conto è non volare su strade, case o persone, un conto è non averle in vista.
Se dovessimo interpretare tutto con lo stesso zelo allora due case fanno zona urbana e non voli se non hai autocae 12 o un sub300...

Comunque se proprio devi lavorare scenari critici con meno di 1000€ compri un bb modificato come il ftd300x tutto diventa non critico senza patente ne autorizzazioni e sei l'unico a poter volare su aree urbane e assembramenti di persone "non inusuali"! ;)

Utente
Messaggi: 20
Iscritto il: mer 12 ott 2016, 20:07
Località: Roma

Re: Richiesta di una info riguardo alla autorizzazione ENAC

Messaggioda Simone82 » lun 16 gen 2017, 18:30

Trovami in ambito urbano un raggio di 200 m (ovvero un diametro di 400 m), dove non ci sono strade, assembramenti di persone inusuali, un benzinaio, case di altre persone e così via. Al netto ovviamente delle CTR che in molti casi vietano il volo SFC, e non ha importanza se hai un drone da 300 grammi (che per inciso ho, e proprio il FTD300X, per evitarmi le noie legate al Phantom). E anche ai droni da 300 grammi è vietato il sorvolo di persone assembrate, che a Roma trovi in qualsiasi luogo dove puoi volare e che sia degno riprendere (dal Pincio al Fontanone dove ci sono anche i militari a Monte Mario al monumento a Garibaldi).
E per esperienza indiretta di comandanti e amici piloti, meglio un'interpretazione restrittiva delle norme ENAC che una troppo permissiva, anche nel caso degli scenari standard. ;)

Torna a Regolamento, Comunicazioni, news e suggerimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite