l’on. Giacomelli impegna il governo: Per i droni serve un asse USA-Europa

0

Al Roma Drone Conference il sottosegretario allo sviluppo economico on. Antonello Giacomelli mette l’accento sulla necessità di fare sistema, prima di tutto a livello italiano, poi europeo e infine intercontinentale: «l’Italia dei droni è un eccellenza regolamentare, per competenza e tecnologica ma dobbiamo muoverci come sistema paese a cominciare dalla coordinazione tra tutte le strutture dello Stato. Poi dobbiamo trovare un rapporto più stretto tra università e centri di ricerca. Occorre un integratore di sistema. Ci sono in Italia molte molte startup, ma piccole. Occorre evitare la dispersione delle risorse perché le potenzialità italiane restino in italia. Occorre un sistema che diventi catalizzatore di queste straordinarie risorse. Abbiamo una supremazia ma dobbiamo evitare che vada dispersa.
Bisogna poi muoversi in dimensione europea necessaria ma non sufficiente: muoversi come 28 stati diversi condannerebbe l’Europa alla marginalità. Ma bisogna anche muoversi insieme agli USA: Europa e Stati Uniti hanno bisogno di un asse più forte, tecnologico scientifico e normativo. Per gli APR sarebbe follia muoversi senza gli USA dobbiamo recuperare questo asse e useremo il semestre italiano di presidenza della Ue per muoverci in questo senso».

Davanti ai massimi esperti del settore, in ambito istituzionale, scientifico, militare e imprenditoriale e a un folto pubblico l’on. Giacomelli ha sottolineato come il mondo dei droni, e delle possibili evoluzioni ora appena intuibili, sia davvero il cuore dello sviluppo tecnologico del nostro paese. “Vorrei – ha concluso il Sottosegretario – che questo fosse l’inizio di una relazione: confrontiamoci sulle scelte, sulle politiche, sulle dinamiche che è necessario incentivare e favorire, sulle relazioni internazionali capaci di valorizzare il sistema. Cominciamo un percorso di condivisione che assicuri a quello che ciascuno ha in mente di diventare consistenza e realtà.”

754 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: