La Nasa utilizzerà i ripetitori dei cellulari per mappare i droni

0

Usare i ripetitori della telefonia mobile per monitorare il traffico dei droni?
E’ questo il progetto a cui stanno lavorando la Nasa e Verizon che, dopo aver firmato un accordo da 500 mila dollari, stanno cercando un modo per mappare il movimento dei droni a bassa quota.

La NASA inizierà la sperimentazione di una sistema di controllo del traffico aereo per droni questa estate, utilizzando un’infrastrutture fatta di radar, satelliti e i segnali dei ripetitori della telefonia mobile. Verizon, dal canto suo, pianifica di lanciare il suo sistema di sorveglianza per droni nel 2017 e di renderlo operativo entro il 2019.

La notizia è stata ben accolta da Google a da Amazon, da mesi impegnati nella trafila per utilizzare i droni in città per le consegne. Vedendo nella fase sperimentale un’accelerazione del processo, i due colossi hanno firmato un accordo con la NASA per testare queste nuove reti di sorveglianza.

984 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: