Il consulente risponde: Posso usare il drone per riprendere allenamenti indoor?

0

1383616_10202445466883799_1548071800_nIn collaborazione con Alpha Lima Aviation, OC riconosciuta ENAC,  DronEzine offre ai soci il servizio Il Consulente riconosciuto da ENAC risponde. Le risposte alle domande che riguardano i dubbi sull’applicazione del regolamento ENAC sono fornite da Paolo Omodei Zorini di AlphaLima, pilota di jet commerciali e istruttore di volo anche per SAPR. Oggi la domanda riguarda un allenatore che vorrebbe usare il drone per riprendere gli allenamenti della sua squadra.

——————————————————————————

Buon giorno, Uno degli scenari di lavoro in cui vorrei inserirmi è quello sportivo. In particolare sarei interessato a collaborare con società di pallavolo e pallacanestro, operando quindi in spazi chiusi. Vorrei cercare di capire se sia possibile l’impiego di un SAPR all’interno di un palazzetto dello sport CHIUSO AL PUBBLICO nel quale sia prevista la sola presenza di atleti ed allenatori (diciamo massimo 14/15 persone). Dobbiamo considerare il presente caso come “assembramento di persone”?

——————————————————————————

Il sistema normativo attualmente in vigore non prevede l’applicazione del regolamento ENAC “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto” negli spazi indoor, tra i quali i palasport certamente rientrano.
La seconda edizione, pubblicata il 17 luglio ed in vigore dal 15 settembre prossimo, ovvero 60 giorni dalla pubblicazione dello stesso sul sito internet dell’Ente, stabilisce all’ articolo 10 comma 8 che, pur non applicandosi in generale il regolamento negli spazi indoor, è vietato il sorvolo di assembramenti di persone quali cortei, manifestazioni sportive o spettacoli. Si definisce qui l’assembramento, termine frequente nel codice penale e nel testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza, come una “concentrazione inusuale di persone”.
Occorre applicare molto buon senso e quindi non ci può essere una risposta definitiva ma la ripresa con un SAPR di un allenamento, senza spettatori e con il consenso delle organizzazioni coinvolte (dirigenti, impianto etc.) può essere svolta senza dover applicare il regolamento.
Ovviamente la stessa cosa non si può dire per un’operazione in presenza del pubblico che de facto è vietata.
Attenzione però a due aspetti…
In primis l’idoneità del SAPR e le procedure operative applicate devono essere oggetto comunque di attenta valutazione da parte dell’operatore. Occorre utilizzare APR idonei e definire strategie atte a scongiurare danni. Basti pensare all’eventualità di una pallonata che colpisca l’APR, magari non abbattendolo ma causandone un volo incontrollato.
In secundis gli aspetti assicurativi (anche se, rispettando quanto detto nel primo punto, non dovrebbero configurarsi danni): generalmente le polizze si riferiscono ad operazioni svolte secondo il Regolamento, quindi è probabile che nella fattispecie le coperture possano non essere garantite.
1209 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: