FAA rilascia linea guida sull’ uso degli aeromodelli

0

La FAA (Federal Aviation Administration) l’ente preposto alla regolamentazione dello spazio aereo civile americano, emette una linea guida integrativa per l’uso degli aeromodelli.

logo-faaIl primo regolamento sui velivoli a pilotaggio remoto, meglio conosciuti come aeromodelli, risale al 1981, poco modificato nel corso degli anni sino al 2012 dove subisce importanti puntualizzazioni. L’avanzare della tecnica, e sopratutto la massiccia diffusione dei droni, conosciuti come multi rotori in ambito modellistico, ha reso necessario che l’ente americano emettesse regolamenti precisi.
A farne le spese i modellisti seri e coscienziosi che volavano comunque nei loro campo volo, magari non a quote d’ordinanza, ma la legge delle probabilità era dalla loro parte.
Ora come ora ci sono limiti di altezza ben precisi anche per loro, si parla di 400 feet, circa 120 metri dal suolo e naturalmente di distanza da rispettare da aeroporti o altri siti a rischio.

  • I punti sono pochi e molto chiari:
  • La presente circolare sostituisce la precedente del 1981
  • Definizione di un aeromodello: un dispositivo in grado di volare nell’aria pilotato remotamente e usato per soli scopi ricreazionali e sportivi.
  • Di peso inferiore a 25Kg
  • Gli aeromodelli non devono mai interferire con gli aeromobili che hanno sempre e comunque la precedenza
  • In caso di volo a meno di 5 miglia da un aeroporto avvisare la torre di controllo
  • Gli aeromodelli non possono volare su aree proibite

cricolare-faa
La circolare che porta la firma di Elizabeth L. Ray, vice presidente missioni di supporto e Organizzazione Traffico Aereo, è scaricabile da qui.
Altre informazioni sono contenute nella sezione relativa agli UAS (Unmanned Aerial System) ad uso ricreativo/sportivo, cioè modellistico.

Fonte FAA

 

 

1554 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: