Un drone a Olbia per mappare i canali esondati

0

I vigili urbani di Olbia  hanno iniziato l’attività di monitoraggio e mappatura dei canali che il primo di ottobre si sono gonfiati esondando e allagando un centinaio di abitazioni. Tale verifica potrebbe entrare a far parte  dell‘informativa richiesta dalla Procura della Repubblica di Tempio Pausania per far chiarezza su quanto accaduto giovedi sorso a Olbia.

Dobbiamo ricostruire lo stato dei luoghi post alluvione e procedere ad una corretta e puntuale mappatura dei canali, partendo dal rio Siligheddu, per poi passare al San Nicola e al Gaddhuresu“, spiega Gianni Serra il comandante della polizia municipale della città.
Certamente tali utilissime attività da inquadrare tra le operazioni straordinarie di Protezione Civile, avranno ottenuto deroghe e speciali esenzioni al regolamento ENAC che legifera sull’utilizzo dei droni o SAPR in ambito cittadino.

928 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: