ENAC cerca idee per la targa digitale dei droni

0

L’Europa, con la Dichiarazione di Riga, chiede alle authority aeronautiche che “Ogni drone sia in ogni istante riconoscibile e identificato proprietario e operatore. Gli Enti regolatori devono usare la minor burocrazia possibile per ottenere questo risultato, per esempio rendendo obbligatori chip di identità sui droni”.
L’ENAC ha recepito questa direttiva europea nel nuovo regolamento, dove all’art. 8 comma 2 richiede che “A far data dal 1 luglio 2016, in aggiunta alla targhetta di cui al precedente comma, il SAPR deve essere dotato di un dispositivo elettronico di identificazione che consenta la trasmissione in tempo reale di dati inerenti l’APR ed il proprietario/operatore e dei dati essenziali di volo, nonché la registrazione degli stessi. Le caratteristiche del sistema sono fissate dall’ENAC”.
Vabbé che siamo in autunno, ma la scadenza si avvicina, e l’ENAC si rivolge alle imprese per scegliere la tecnologia che da qui a qualche mese dovrà diventare realtà. E, tenendo conto dei tempi imposti dal regolamento stesso, ritiene importante il ricorso ad una tecnologia già presente sul mercato. In quest’ottica ENAC invita a una dimostrazione teorico-pratica di sistemi che siano in grado di assolvere ai requisiti generali di cui al punto 2

Requisiti Generali
Il sistema di Electronic Identification deve permettere per un determinato set di
parametri:

  • La trasmissione dall’APR verso una piattaforma remota
  •  La registrazione e archiviazione su piattaforma remota
  •  La consultazione in real-time e in modalità differita.

A titolo esemplificativo si elencano alcuni parametri che potranno essere considerati obbligatori:

  •  Quota
  • Velocità
  • Dati di identificazione dell’operatore

Le imprese interessate a produrre la targhetta digitale dei droni prossimi venturi sono invitare a partecipare alla competizione. Noi ci auguriamo che alla fine il sistema scelto sia semplice, leggero, pratico e soprattutto economico: ENAC promette che leggerezza ed economicità saranno determinanti per scegliere il sistema migliore, speriamo.

Chi fosse interessato a presentare il proprio sistema, tenendo conto che le dimostrazioni “potranno essere tenute in conto, anche se non in maniera vincolante, in sede di stesura della specifica per il sistema di Electronic Identification” può mandare una richiesta di manifestazione di interesse ai seguenti entro e non oltre fine mese agli indirizzi e-mail specificati dall’ENAC nel documento da scaricare al link seguente:

→SCARICA IL DOCUMENTO ENAC ORIGINALE

1532 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: