FAA, presentati i suggerimenti per la registrazione dei droni

0

Davvero precisi e puntuali i partecipanti alla task force che nel giro di tre giorni si sono riuniti per fornire suggerimenti alla Federal Aviation Administration sulle procedure da adottare per la registrazione dei droni.

Sono terminate le consultazioni rispettando la tabella d marcia richiesta da FAA – l’ente governativo americano equivalente della nostra ENAC – per ottenere indicazioni sulle strade da percorrere dato il recente obbligo che impone i possessori di droni, ad una registrazione presso un database pubblico.
Una idea nata visto il prolificare di mancate collisioni aeree e in previsione di un boon di vendite natalizio di droni civili. L’Amminstrazione Federale vuole le generalità di coloro che posseggono almeno un drone e che intendono utilizzarlo all’aperto. Tutti dovranno registrarsi, dai modellisti ai professionisti, ad eccezione di una classe davvero iper leggera.

Il rapporto della task force composta da nomi illustri del panorama internazionale, tra produttori ed esperti, ha finalmente reso pubblici i suggerimenti che passerà alla Federal Aviation Administration, alla quale spetterà l’ultima parola sul recente obbligo. L’elenco davvero esaustivo comprende le seguenti aziende:

● 3D Robotics (3DR)
● Academy of Model Aeronautics (AMA)
● Aerospace Industries Association (AIA)
● Air Line Pilots Association (ALPA)
● Aircraft Owners and Pilots Association (AOPA)
● Amazon Prime Air
● Amazon Retail
● American Association of Airport Executives (AAAE)
● Association for Unmanned Vehicle Systems International (AUVSI)
● Best Buy
● Consumer Technology Association (CTA)
● DJI
● General Aviation Manufacturers Association (GAMA)
● GoogleX
● GoPro
● Helicopter Association International (HAI)
● International Association of Chiefs of Police (IACP)
● Management Association for Private Photogrammetric Surveyors (MAPPS)
● Measure
● National Association of State Aviation Officials (NASAO)
● National Business Aviation Association (NBAA)
● Parrot
● Precision Hawk
● Small UAV Coalition
● Walmart

Le raccomandazioni che sembrano adeguatamente sensate riguardano pochi e semplici punti:
una sola registrazione è richiesta per un proprietario di più droni.
Una targhetta identificativa personale, andrà apposta su ogni drone in voloe e dovrà essere facilmente accessibile
Saranno esclusi solo i modelli più leggeri di 250 grammi
I dati obbligatori richiesti dal proprietario, saranno nome cognome e indirizzo. telefono email o altro saranno informazioni facoltative
Il proprietario dovrà avere più di 13 anni
la registrazione sarà gratuita

Immaginiamo che l’ente regolatore dello spazio aereo civile statunitense, darà un pronto riscontro a questo rapporto, dato che la scadenza prefissata pre natalizia è molto ravvicinata.
Ecco il link per il documento ufficiale, il rapporto presentato alla FAA

992 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: