Le assicurazioni del capofamiglia corrono a escludere i danni da drone

0

Spaventati dal successo dei droni come regali di Natale, le polizze “del capofamiglia” e quelli dei rischi sulla casa inglesi corrono ad escludere i danni da drone tra quelli coperti dalle polizze, rivela il Daily Telegraph.

La cosa è pienamente comprensibile, dal momento che le assicurazioni generaliste non sono nate per i droni e gli assicuratori non hanno statistiche affidabili sulla sinistrosità dei droni.

assamatoriali

DronEzine ha selezionato diverse assicurazioni specifiche per l’uso amatoriale dei droni

“Tutte le compagnie assicurative vedono chiaramente che c’è un rischio, anche con i droni giocattolo” dice al quotidiano londinese Frank Cannon, legale esperto in diritto aeronautico.
E rivela che in silenzio da un paio d’anni a questa parte le compagnie assicuratrici stanno inserendo clausole per tagliar fuori i droni dlla copertura assicurativa. “Con i droni che diventano via via sempre più comuni, e nelle mani di così tanti appassionati, potenzialmente bambini e storditi (foolish nell’originale inglese), moltissimi assicuratori hanno semplicemente deciso di escludere i droni, stano dalla finestra a vedere come si evolve il rischio”. Ricordiamo che proprio in Inghilterra un bambino ha perso un occhio a causa di un piccolo drone. Cannon la mette pesante, e ricorda che si possono fare danni gravissimi anche con droni giocattolo: pr esempio, elenca, centrare una carrozzina e ferire un bambino, centrare il prabrezza di un’auto. “Ci sono un sacco di guai che si possono combinare” conclude.

Anche in Italia le clausole tagliano fuori i droni
Il fenomeno è particolarmente evidente in Inghilterra, ma attenzione anche in Italia: l’allarme lo lancia Anders Nilsson, di GoCompare.com, uno dei tanti siti che mettono a confronto i servizi finanziari e assicurativi. Le assicurazioni generaliste sono subdole, spiega, “e usano le clausole già presenti in tutte le polizze per non pagare i danni causati dai droni”. In particolare, “Gran parte delle polizze escludono specificamente i danni di veicoli a motore e aeromobili” spiega “categorie in cui fanno ricadere i droni. Altri si appigliano al fatto che non coprono i danni da oggetti radiocomandati”. Un motivo in più per sottoscrivere una polizza specifica per l’uso ricreativo dei droni: costa davvero poco e fa volare tranquilli.

1645 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: