Gimball, il drone con il paraurti per le missioni di salvataggio

0

Quello appena passato è stato un week end tremendo sulle vette alpine a causa delle valanghe e, viste le condizioni del tempo, il prossimo rischia di essere addirittura peggiore. In inverni asciutti come questo, la vecchia neve caduta a inizio stagione sui versanti in ombra può formare cristalli di brina in grado di far scivolare la neve caduta di recente.

Se i vari sensori elettrici e gli apparecchi di ricerca in valanga permettono di rintracciare le persone travolte dalle slavine, la missione di salvataggio diventa ben più complicata se lo sciatore (soprattutto chi pratica il rischioso fuoripista) finisce in una di quelle grotte sotterranee che caratterizzano i ghiacciai alpini.

Per far fronte a questo problema, l’azienda svizzera Flyability ha sviluppato un drone in grado di avventurarsi nelle anguste e buie gallerie: il Gimball. La gabbia di protezione permette al piccolo velivolo di sbattere contro le pareti di neve senza perdere stabilità o danneggiarsi, mentre le luci installate rendono nitido il video per il team che, in superficie, sta guidando la missione.

Ma quella tra la neve è solo una delle missioni che questo piccolo Sapr è in grado di svolgere. Dall’azienda fanno sapere che il Gimball sarà proposto anche per le ispezioni industriali e delle infrastrutture e, in generale, nelle operazioni di ricerca, soccorso e sicurezza, come spiegano i responsabili del progetto in questi filmati.

1235 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: