I principali trend che guideranno il mercato dei droni nel 2016

0

È difficile fare previsioni esatte sugli sviluppi che potrebbero interessare il mercato di un prodotto così innovativo come i droni, ma è possibile individuare alcuni punti chiave, elementi che rappresentano opportunità ma anche sfide, sui quali i produttori si concentreranno nell’immediato futuro, ossia in questo 2016.

Qualità

Uno dei maggiori trend è rappresentato dalla richiesta di maggiore qualità, specie per ciò che concerne la risoluzione delle immagini e dei video. Questo aspetto non riguarda solo i droni professionali, ma sempre di più anche quelli consumer, spinti dal desiderio di tanti privati che vogliono poter usufruire, per fini ricreativi, di droni tecnologicamente allo stesso livello di altri dispositivi che si trovano già all’interno delle loro case, come smart tv in 4K, tablet HD, etc. A questo proposito, aziende come DJI e Yuneec offrono già droni capaci di registrare video in 4K a circa 1200 dollari, un prezzo relativamente accessibile a questo genere di consumatori. Bisogna inoltre considerare che col passare del tempo queste tecnologie diventeranno sempre meno costose e più performanti.

Sensori

Tutto o quasi, nel mondo dei droni, ruota intorno ai sensori. Nel 2016, così come è stato finora, continuerà la rincorsa allo sviluppo di sensori stereoscopici, a ultrasuoni, a infrarossi e multispettro più evoluti, sempre più piccoli, leggeri ed efficienti. Grazie a questi i droni potranno implementare e migliorare funzionalità come il Sense and Avoid, la termografia a infrarossi, l’analisi delle colture, etc. Le aziende che producono chip lo sanno bene, e infatti Qualcomm e Intel hanno investito milioni di dollari in ricerca e sviluppo, oltre che nelle acquisizioni di altre piccole start up innovative.

Mobile

Inutile nasconderlo: la rincorsa a sensori sempre più piccoli segue le tracce ben delineate dall’evoluzione dei dispositivi di comunicazione, come ad esempio gli smartphone. Se consideriamo che entro breve smartphone e tablet diventeranno i principali strumenti di fruizione dei video e non solo, è chiaro che il successo nel mercato dei droni dipenderà anche, e sempre di più, dalla capacità delle aziende di sviluppare sistemi per controllare il maggior numero di aspetti del drone (video, movimenti, funzioni speciali) direttamente via smartphone, tramite app compatibili con tutti i vari sistemi operativi e costantemente aggiornate.

Il peso della Cina

Sebbene a livello mondiale esistano altre importanti compagnie, come ad esempio 3D Robotics e Parrot, la sfida per il dominio del mercato dei droni per il 2016 sembrerebbe essere tutta interna alla Cina, dove per mantenere il primato DJI (leader assoluto del mercato) dovrà vedersela soprattutto con la connazionale Yuneec, azienda in rapida ascesa i cui prodotti sembrano essere gli unici in grado di competere, per caratteristiche e prezzi, con quelli DJI. Se dovessero palesarsi nuovi sfidanti, comunque, probabilmente anche questi saranno cinesi, visto che il CES di quest’anno è stato anche palcoscenico per tante altre aziende mandarine (come 9 Eagles AEE, Autel Robotics, Ehang, Hexo e ProDrone) che hanno o svilupperanno dei prodotti praticamente cloni di quelli della DJI.

Realtà virtuale

Utilizzare droni professionali e consumer per applicazioni immersive a 360 gradi dell’utente è il grande banco di prova per il 2016, dal momento che la realtà virtuale (VR) rappresenta senza dubbio uno dei principali trend tecnologici consumer di quest’anno. Allo stesso modo, parlando dell’ambito professionale, la realtà aumentata (AR) si confermerà tecnologia sempre più importante per gli operatori professionali.

Questi sono ad oggi i principali trend del mercato dei droni per il 2016. Quale risulterà il più decisivo? E soprattutto, quale azienda riuscirà a guadagnare più terreno in questi ambiti?

1581 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: