Petra, i droni scoprono importante sito archeologico

0

Era lì da quasi di duemilacinqueento anni, ma c’è voluto un drone per riportarla alla luce. “nascosto in piena vista”, dicono gli scopritori capitanati dal professor Christopher A. Tuttle. Nel famoso sito archeologico di Petra, in Giordania, i droni – insieme ai satelliti e a Google Maps – hanno messo in evidenza un complesso monumentale sepolto, che potrebbe essere datato al secondo secolo avanti Cristo, subito prima dell’era del regno Natabeo, che segnava il massimo splendore della civiltà locale, ma per una datazione precisa ci vorrà tempo.  Quel che gli occhi da cielo hanno trovato è una piattaforma sepolta delle dimensioni di circa 56×48 metri,  con una scalinata che fa pensare a un edificio pubblico di qualche tipo, forse un tempio. “Sono certo che in due secoli di ricerche qualcuno doveva sapere che il sito esisteva; eppure non è mai stato studiato o segnalato. Io stesso, che ho lavorato a Petra vent’anni, sapevo che lì doveva esserci qualcosa” ha detto ancora Turtle.

1217 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: