SenseFly e Air Navigation Pro, insieme per ridurre il rischio di collisioni con i droni

0

Forze congiunte per SenseFly azienda svizzera compartecipata da Parrot e Air Navigation Pro un software in ausilio per la navigazione civile, nella creazione di Safe Together. Un sistema che dovrebbe consentire uno scambio di informazioni in tempo reale tra le missioni di volo dei droni  e quelli a bassa e media quota effettuati da aeromobili civili.

Un ambizioso e utile progetto quello di Safer Together che nasce con l’intento di fornire maggiore sicurezza aerea prevenendo collisioni nella fascia aerea utilizzata dai droni tipicamente tra qualche metro e un massimo di 70 o 120 metri a seconda delle regole della navigazione dei diversi stati e gli ultraleggeri o altri velivoli che utilizzino Air Navigation Pro.
Il software in questione, disponibile per diversi sistemi operativi compatibile quindi per piattaforme iOs o Android, fornisce diversi servizi aggiuntivi oltre alle indispensabili mappe aeree, la gestione dei waypoint e i comunicati Notam (Notice To Airmen – comunicazioni di servizio destinate ai piloti sulla non sorvolabilità di alcune aree)

SenseFly, produttrice tra gli altri dei droni ad ala fissa eBee, ha iniziato una collaborazione creando un progetto denominato Safer Together per fornire la posizione dei propri droni in volo al database di Air Navigation map e rendere visibile sullo schermo dei dispositivi con la app caricata in volo ai piloti dei velivoli manned.
Viceversa, Air Navigation Map fornirà la posizione di aeromobili al software di gestione eMotion di SenseFly avvisando il pilota di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR o droni) la posizione di eventuali velivoli nella zona delle operazioni.

Il sistema verrà implementato in due fasi:

  • Consapevolezza della posizione, quota altezze e velocità del drone, rivolta  ai piloti della aviazione generale, probabilmente dall’estate 2016
  • Consapevolezza di informazioni sul volo degli aeromobili destinata ai piloti remoti dei droni, nel corso dei prossimi mesi.

banner-air-nav-drone-safer-togheter

L’integrazione dello spazio aereo tra i droni e i velivoli della aviazione civile e militare, è un punto cruciale per lo sviluppo maturo della tecnologia dei velivoli a pilotaggio remoto o completamente autonomi.
Le resistenze delle autorithy che regolano l’aviazione civile, sono più che comprensibili in tal senso e si auspica che si sistemi che “parlino” in tempo reale scambiando informazioni su posizione e rotta tra i sistemi con pilota a bordo o con pilota a terra vengano presto utilizzati, coadiuvati magari da un sistema anti collisione a bordo dei droni, del tipo Sense and Avoid (riconosci ed evita).

Link alla presentazione del software Safer Togheter

 

 

1091 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: