Le riprese fatte da un drone sulle zone terremotate

0

A seguito del sisma che a sconvolto la vita di molti cittadini nel centro Italia, sono state emesse raccomandazioni anche da questa rivista e soprattutto divieti ufficiali di sorvolo da parte dei droni, dall’Ente Nazionale Aviazione Civile.

Il NOTAM di ENAC vieta il sorvolo delle zone terremotate a qualsiasi velivolo ad eccezione di quelli autorizzati: Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri. Giusto ieri in aggiunta alle riprese eseguite dagli elicotteri dei Vigili del Fuoco girava un video di un drone recante il logo dei VV.FF.

Ciò nonostante nella giornata odierna compare un altro video su YouTube – in testa all’articolo –  che riprende le devastazioni provocate dalle onde sismiche a Pescara del Tronto. Non sta a noi giudicare ne tanto meno possiamo sapere se tali voli siano autorizzati, tra l’altro il canale YouTube sul quale è pubblicato è lo stesso che riprendeva le scene del disastro sulla linea ferroviaria tra Andria e Corato.

Ci permettiamo comunque di raccomandare ai tanti volenterosi che tuttora imperversano sui canali dei vari social con le ottime intenzioni di dare una mano mettendo a disposizione il loro drone e le loro attrezzature di coordinarsi con le autorità sul posto della Protezione Civile.
Alcuni propongono persino l’uso delle termo camere per rilevare l’eventuale calore corporeo nascosto sotto alle macerie – cosa che non sempre funziona dato che i muri non permettono agli infrarossi generati dal corpo umano di passargli attraverso.
In ogni caso diversi operatori di SAPR sono già sul posto e pare che non siano necessarie ulteriori ricognizioni aeree.

3503 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: