I droni, forse un nuovo strumento per i periti assicurativi

0

Sempre più usati in tutti i campi i velivoli a pilotaggio remoto ad uso professionale alias i SAPR e conosciuti al grande pubblico come i droni, sono oramai compagni di lavoro nelle emergenze, in agricoltura e perché no, potrebbero diventare un utile strumento anche in mano ai periti assicurativi.

Non solo in agricoltura, ma anche per rilevi aero fotogrammetrici, mappature tridimensionali di terreni impervi o manufatti storici. I SAPR stanno affiancando sempre più spesso la vita dei professionisti, che tolto l’entusiasmo iniziale, stanno trattando questi velivoli a pilotaggio remoto come strumenti lavorativi.

assicurazione-droneEssi divenire infatti un valido ausilio per il lavoro dei periti assicurativi consentendo di poter effettuare foto, riprese, misurazioni e altre indagini in luoghi e situazioni di difficile raggiungibilità e in cui potrebbero esserci pericoli per la vita umana, con risparmio di tempo e costi e immagini di qualità facilmente archiviabili e trasmettibili e pertanto per la stima di danni in agricoltura, in edifici e impianti.

Dronitaly organizza in collaborazione con AIPAI (Associazione Italiana Periti Assicurativi Incendio e Rischi diversi) un seminario dedicato ai possibili impieghi dei mezzi senza pilota per il lavoro del perito assicurativo, che si terrà a Modena Fiere l’1 ottobre p.v. con inizio alle ore 11,30.

Il seminario fornirà le informazioni fondamentali sui mezzi aerei a pilotaggio remoto e sulla regolamentazione che ne regolamenta l’impiego, sulle operazioni che è possibile effettuare e sui vantaggi che ne scaturiscono per il perito.

I biglietti per l’ingresso a Dronitaly sono acquistabili online a prezzo ridotto rispetto all’acquisto in cassa  CLICCA QUI E RISPARMIA!

987 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: