Per i Russi un prototipo di drone spia da meno di 600 grammi

0

L’esercito Russo, svela un prototipo di drone spia del peso di 21 once, meno di 600 grammi, con possibilità di lancio a mano. Un piccolo UAV, velivolo autonomo, da usare in caso di missioni di sorveglianza e ricognizione sia in città sia in spazi aperti.

La notizia pubblicata da Sputnik News che rilancia una indiscrezione di Ria Novosti, secondo la quale, sarebbe stato costruito in un centro di ingegneria a Samara in Russia, un piccolo velivolo autonomo, un vero e proprio drone, da fornire alle truppe terresti per svolgere attività di controllo del territorio. Sempre secondo le due testate, il piccolo drone, avrebbe un peso di 21 once, al di sotto di 600 grammi e potrebbe portare un carico – payload – di 5 once circa 140 grammi. la durata del volo autonomo o controllato remotamente, sarebbe di circa 15 minuti, durante i quali potrebbe fornire uno streaming video in tempo reale, fornito dalla sua telecamera di bordo in un raggio di 4000 piedi, circa 1,2 Km.

Si parla spesso di oggetti del genere da fornire come dotazione alle truppe di terra, al fine di fornire loro una visione aerea del teatro operativo, fornendo un indubbio vantaggio tattico senza scomodare satelliti o velivoli dell’aviazione standard. Sino a qualche anno fa, era impensabile poter realizzare droni con queste caratteristiche, che invece ad oggi, risultano essere di uso comune persino per i civili.

Se la foto risultasse essere vera, parrebbe che il drone abbia un sistema propulsivo assiale che muove due rotori controrotanti. In sostanza un meccanismo simile a quello di un piccolo elicottero coassiale, nel quale le quattro pale, forniscono tutte le movimentazioni. Una scelta meccanicamente più complessa, se paragonata ai tipici 4 motori di un drone quadricottero, ma che fornisce certamente un migliore autonomia e rendimento di volo.

Fonte e foto Sputnik News

 

2186 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: