DJI rilascia un nuovo kit per sviluppatori di applicazioni per i suoi droni

0

Sviluppare software per i droni DJI diventerà più facile. Alla prima DJI AirWorks conference a San Francisco il produttore cinese svela un nuovo SDK.

“I droni stanno trasformando molte industrie, dalla costruzione al monitoraggio all’agricoltura alla sicurezza pubblica, e le innovazioni che abbiamo visto finora hanno solo grattato la superficie di quello che si può fare con i robot volanti” ha detto  Michael Perry, direttore della business unit  Strategic Partnerships. “DJI vuole aiutare gli sviluppatori a implementare nuove, grandi funzioni sui droni e applicazioni custom”.

Le nuove funzioni per gli sviluppatori riguarderanno sia il software per dispositivi mobili sia quello di bordo, in modo da consentire di scrivere software per le aziende, Le novità riguardano nuove librerie per l’interfaccia utente progettate per velocizzare lo sviluppo di app, fino a un framework per gestire e rotte e traiettorie di volo per missioni sempre più complesse. Con l’occasione, DJI ha mostrato anche Ground Station Pro, la beta pubblica di una nuova app di volo progettata per pianificare e creare mappe 2D e 3D, che può essere integrata in applicazioni di terze parti. Darren Liccardo, Vice Presidente di DJI per  Engineering, Systems and Applications, la piega così: “Abbiamo creato una libreria di blocchi software per l’Onboard Sdk che consente a chi sviluppa di generare traiettorie precise, catturare dati Lidar, allineare ed esportare nuvole di punti, oltre che sospendere la rotta se il drone incontra un ostacolo imprevisto. In questo modo, velocemente e facilmente si potranno costruire soluzioni che integrano rotte complesse raccordate, eseguirle mentre si monitorizzano possibili conflitti e processare i dati grezzi del Lidar fino a creare nuvole di punti pronte per essere integrate nel flusso di lavoro industriale”. Inoltre, e questo sarà apprezzato dai progettisti di software, le librerie di interfaccia del Mobile SDK faranno risparmiare tempo e lavoro permettendo di sviluppare app riutilizzabili. “Vogliamo che chi sviluppa si concentri sull’applicazione, senza dover perdere tempo a reinventare interfacce utente” dicono in DJI.

872 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: