Droni subacquei durante la Festa delle Forze Armate a Napoli

0

Per onorare i caduti della Patria, il 4 novembre ultimo scorso, la Base Navale di Napoli ha aperto i cancelli al pubblico. Con l’occasione un gruppo di studenti capitanati dal professore Enrico Maiorino dell’Istituto Tecnico Fermi Gadda, ha effettuato il varo di un drone marino che ha mostrato come sia possibile tenere pulita la superficie delle acque del mare con un ROV – un drone subacqueo.

E’ proprio grazie all’impegno e alla grande passione profusa del prof. Maiorino che il “Fermi-Gadda” ha ricevuto un premio ufficiale dalla Marina Militare per aver progettato e realizzato, grazie al lavoro degli studenti che partecipano al progetto, un prototipo di drone sottomarino.
drone-marino-base-navale-napoli-studenti-fermi-gaddaUn percorso iniziato tre anni fa presso il Polo Tecnico di Napoli,  un gruppo di studenti del corso: ”B costruttori Aeronautici” intorno alla figura di un docente, costituì un primo Centro di Studi sui Droni. Tra le numerose iniziative e progetti svolti nel corso dei primi due anni, una in modo particolare, quella della ricerca Archeologica Sottomarina, è stata presa come modello per altre operazioni. Dal lavoro di ricerca ed esplorazione dei fondali svolto con un drone sottomarino :”Sea Tiger” alcuni studenti della Classe V B hanno ideato un loro progetto di “Pulizia del mare”.
Operazioni da svolgersi sotto costa ed in condizioni ambientali estremamente difficili. Recupero di sostanze plastiche ,in particolare buste, pneumatici ed altro. Gli studenti hanno costruito due R.O.V (ROBOT SOTTOMARINI) sul progetto della U.S.NAVY :” SeaPerch”.

buste-plastica-raccolte-da-drone

Dopo uno studio teorico approfondimenti sui metodi di ricerca sottomarina, è stato scelto il metodo “Craven” dal nome dell’Ammiraglio Statunitense. Il metodo basato sul calcolo delle probabilità, ha permesso anche una cooperazione proficua con droni terrestri. Il giorno 4 Novembre, su invito della Marina Militare, un gruppo di studenti, con il loro docente Prof Enrico Maiorino, hanno potuto provare con successo i loro strumenti nel porto borbonico. Nel giro di meno di venti minuti si sono raccolte: buste, secchi di plastica ed altro.

prof-maorino-marina-e-studenti

la classe V B del istituto tecnico Fermi-Gadda, il prof. Maiorino e alcuni esponenti della Marina Militare Italiana e Turca

1140 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: