Il padrone del drone che ha sbattuto contro la torre di Seattle rischia un anno di carcere

0

Capodanno amaro per un uomo di Seattle (Washington) che ha cercato di fare riprese illegali sullo Space Needle Tower, il grattacielo simbolo della città americana. Ora rischia un anno di galera e 5 mila dollari di multa

Non si vola in città, non si vola sui monumenti, non si vola sulla gente. Regole di semplice buonsenso che vengono sistematicamente ignorate e possono avere conseguenze pesantissime. Ora a rischiare grosso è una persona che a Capodanno ha schiantato il suo drone sul grattacielo simbolo di Seattle, lo Space Needle Tower, alta 184 metri.

“E’ la terza volta che recuperiamo i rottami dei droni dalla nostra proprietà” dice la società che gestisce il grattacielo. Il volo sciagurato e illegale non ha causato feriti, ma adesso il proprietario, identificato tramite il numero di serie del drone sequestrato dalla polizia dello stato di Washinghton, rischia una pesante incriminazione per vandalismo, che comporta fino a un anno di carcere e 5 mila dollari di mula.

La stessa FAA, l’ENAC americana, ha aperto un’inchiesta sull’accaduto. Nell’immagine di apertura un fotogramma del filmato di bordo sequestrato dalla polizia, dove si vede che al momento dell’incidente ci fossero operai al lavoro sul tetto.

2886 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: