I ricercatori svizzeri hanno trovato la ricetta per un drone indistruttibile

0

Bracci motore elastici e magneti per tenere tutto insieme. Il risultato è un drone a prova di urto, ispirato alla biomeccanica degli insetti, che anche se sbatte ritorna magicamente insieme e può tornare a volare. Ottimo per i principianti e le scuole di volo, specialmente quando si tratta di insegnare ai bambini

epfl-collapsible-drone-700x467E’ l’anatomia delle vespe ad aver ispirato Stefano Mintchev e il suo team di ricercatori al NCCR Robotics, École Polytechnique Fédérale de Lausanne per creare un prototipo di drone che non si rompe mai. Le vespe infatti hanno ali connesse attraverso proteine che cfreano filamenti elastici con cui ancorarle all’esoscheletro chitinoso e riesistente, che nel caso del drone si è trasformato in giunti elastici e magneti e bracci in fibra di vetro dello spessore di 0,3 mm.. Dopo 50 crash dall’altezza di due metri, il drone ancora non ha un solo graffio. Dopo ogni caduta si deforma in modo drastico ma riprende da solo la forma originale.



1561 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: