Un selfie drone nell’Apple Store

0

Nell’Apple Store di Stati Uniti, Canada, Cina, Hong Kong e Inghilterra, sia gli shopo online sia nei negozi fisici, è atterrato un drone da selfie, l’Hover. Non ci stupisce che la Mela abbia scelto proprio lui: è un drone geniale sotto molti punti di vista. Primo perché pesa meno di 250 grammi, secondo perché è estremamente sicuro e terzo perché fa ottimi filmati a 4K. probabilmente il miglior selfe drone in circolazione.

images242 grammi, per evitare di doversi registrare presso la FAA, l’Enac americana (e per poterlo usare anche in città in Germania, senza targhetta di riconoscimento con le nuove regole tedesche). Riprese a 4 k di buona qualità e foto a 13 megapixel. Riieghevole e ultraportatile, con una protezione delle eliche assolutamente impeccabile. Una volta piegato è grande come un libretto tascabile e sta tranquillamente in una borsetta. Questa è la carta d’intentità dell’Hover Passport prodotto da Zero Zero Robotics,  uno dei droni da selfie più interessanti sul mercato.

Così dovrebbero essere i droni da selfie: intelligenti, sicuri e leggeri. Apple anche stavolta ci ha visto lungo, e ha scelto proprio l’Hover per offrire nei suoi store un drone per tutti, una decisione che probabilmente dipende anche dal fatto che rispetto al 2015, nei mercati dove la valuta è il dollaro il valore delle vendite dei droni si è raddoppiato, anzi più che raddoppiato con una crescita del 117%, e i droni della fascia del Hover, quelli tra 300 e 500 dollari hanno avuto la seconda crescita più decisa, battuti solo dai droni prosumer da mille dollari e oltre (la fonte è NPD Group / Retail Tracking Service).

L’Hover sta bene nei negozi della mela, anche se il design lascia un poco a desiderare. Si pilota con il telefono (e chiaramente viene proposto per l’iPhone, ci mancherebbe altro). Per calarlo nel microcosmo Apple, viene messo l’accento sulla compatibilità delle riprese (in 4k) con i programmi di editing video Apple Final Cut ProiMovie, e la cosa è piuttosto ovvia visto che le riprese dell’Hover come quelle di tutti i droni da selfie, nessuno escluso, sono formati standard (iMovie, semplice, gratuito e veloce tra l’altro è proprio la app che usiamo noi di DronEzine per montare i filmati che pubblichiamo). Certo Apple poteva fare uno sforzo in più e mettere nella confezione del drone il cavetto Micro-B – USB 3.0 necessario per scaricare i filmati 4K su un Mac, già che c’era.

images (1)L’autonomia è dignitosa, 10 minuti, ma d’altronde per essere leggeri servono batterie piccole, comunque nell’edizione per gli Apple Store c’è anche una batteria aggiuntiva, sempre gradita quando si tratta di droni, che succhiano energia come idrovore e la pila finisce regolarmente proprio quando serve. Apple sottolinea che con la app di volo per iOS è molto semplice e immediato condividere le clip riprese volando con amici e parenti, anche usando le funzioni automatiche di volo “Orbit”, dove il drone gira intorno al soggetto da riprendere, “360 Spin” per fare video panoramici a 360° e l’interessante  “Body-Tracking”, in pratica il follow me dove il drone insegue il soggetto, purché non corra troppo visto che la velocità no è il forte dell’Hover, si ferma a un pur dignitoso 27 km/h.

Il vero tallone d’Achille, come per tutti i droni da selfie senza radio, è la portata, che dipende dal wifi del cellulare, ed è limitata a qualche decina di metri.

Il prezzo negli apple store è 499 dollari. Ma si sa, Apple si fa pagare bene.

->RECENSIONE DI DRONEZINE

1658 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: