Un’app e un cellulare da attaccare al drone creano mappe tridimensionali

0

Basta attaccare un cellulare al drone per creare mappe tridimensionali, anche indoor.  La geniale applicazione è stata creata da studenti dell’università del Minnesota, che hanno ricevuto da Google un finanziamento  da 1,,35 milioni di dolalri (un milione di euro tondo). Il principio è semplice: far lavorare insieme camera e sensore di movimento per creare la mesh 3D, Il sistema funziona anche senza drone, basta tenere il cellulare in mano, ma naturalmente l’uso più naturale è collegato a un piccolo multicottero.Il sistema sarà integrato nel progetto Tango di Google, uno smartphone ottimizzato per le applicazioni tridimensionali. “Presto potremo ottenere dal cellulare informazioni tipo ‘dov’è il posto più vicino dove posso trovare un caffé in questo aeroporto?'” ha spiegato il professor Roumeliotis, che ha usato il prototipo per mappare la biblioteca dell’università del Minnesota. “Penso che sia la più grande rivoluzione dopo Google Maps” ha aggiunto il docente, “potenziualmente potrebbe diventare il Google Maps del mondo indoor… che è dove passiamo la maggior parte del nostro tempo”. Il bello è che il sistema è indipendente dal Gps, che normalmente al chiuso non funziona. 

2375 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: