Accessori per droni DJI Mavic e DJI Spark stampati in 3D

0

Sempre più richiesti e venduti i nuovi droni DJI, Mavic e Spark, ma continua a resistere con le vendite anche il sempre verde drone DJI Phantom 4Pro. Tuttavia questo velivoli a pilotaggio remoto necessitano spesso di alcuni accessori che si trovano anche nel settore after market o sugli shop ufficiali dei principali rivenditori online: Amazon, Bangood, GearBest, TomTop ecc.

Tra le tante richieste, specialmente per il piccoletto Spark, le antenne riflettenti per amplificare o meglio dirigere in maniera ottimale il segnale WiFi che pare essere il punto debole e più criticato di questo selfie drone. In sostanza si tratta di acquistare o stampare, se siete in possesso di una stampante 3D e siete veri “smanettoni” o in questo  caso “maker“, due piccole parabole riflettenti alle quali viene applicata una pellicola di alluminio per concentrare la radio frequenza in una certa direzione.

Il drone DJI Spark con il solo telefono, percorre davvero poca strada, dato che deve sottostare alle limitazioni imposta dalla normativa della comunità europea, quella che viene definita come norma CE in relazione alle emissioni di radio frequenza.
Si parla infatti di qualche decina di metri, solitamente 50/60 che possono arrivare anche 80/100 metri in caso di totale assenza di disturbi o congestione delle bande che possono essere a 2,4Ghz o a 5,8Ghz. La seconda solitamente è più libera, ma la frequenza in gioco è molto suscettibile alla portata ottica, più si sale di frequenza e maggiore il fascio di radiofrequenza diventa rettilineo, assomigliando a  quello della luce.

Antenne a parabola per aumentare il segnale radio e la portata

Queste piccole parabole, il cui principio è simile a quello della parabole per ricevere i segnali televisivi dai satelliti, concentrano per l’appunto la radiofrequenza verso un punto davanti alle antenne. Ovviamente la modifica si presta ai possessori del DJI Spark in versione combo, che comprende il radiocomando, molto simile per dimensioni a quello del drone DJI Mavic.
Tali antenne andranno costruite con la stampante 3D in nostro possesso con la maggiore precisione possibile, dato che sia sui 2,4 sia sui 5,8 Ghz qualche millimetro di differenza può causare un buon o un cattivo rendimento delle antenne e di conseguenza della portata radio.

parabola-amplificatore-antenna-small

Parabola per antenna radiocomando del drone Mavic o Spark, venduta su Amazon

Quella sopra esposta è una questione della massima importanza se costruissimo delle vere antenne, ma in questo caso le nostre parabole, fungono da specchio e lente allo stesso tempo, e non inficiano in alcun modo il trasmettitore radio che manterrà le stesse caratteristiche di impedenza, non correndo alcun rischio di bruciare gli stadi finali.

Mi scuso per la precisazione tecnica, ma alle volte giustamente, i piloti di droni, non sono tenuti ad avere le stesse conoscenze di un esperto in telecomunicazioni e quindi si domandano se il posizionamento di tali antenne possa in un qualche modo danneggiare i dispositivi in proprio possesso. Questo non è possibile, male che vada la portata radio rimarrà uguale o addirittura potrebbe peggiorare, ma se le antenne saranno acquistate da un venditore serio o stampate con i giusti crismi, c’è da aspettarsi un discreto miglioramento.

Sugli store online si possono trovare queste parabole ad un costo variabile tra i 5 e i 12 euro, ma sulla piattaforma Thinigverse, vera miniera d’oro per gli stampatori alle prime armi, ma anche per i più esperti che non vogliono reinventare l’acqua calda, si trovano diversi progetti con i relativi file STL da dare in pasto alla nostra stampante 3D.
Ovviamente dopo aver stampato nel materiale ritenuto più consono, tipo PLA o ABS, sconsigliati i filamenti flessibili che potrebbero deformare l’effetto lente necessario a questo tipo di parabole, andranno ricoperte con materiale in foglia di alluminio, quello utilizzato in cucina va benissimo ad esempio.

antenne-parabola-per-drone-spark-stampate-in-3d

Link al progetto per la stampa in 3D della foto qui sopra.
In alternativa link alle antenne per drone Mavic o Spark stampate in 3D della foto in testa all’articolo.

Altri accessori da stampare.

Si trovano alcune scatole per il trasporto del radiocomando o molto gettonati, alcune protezioni specifiche per gli stick del radiocomando.

 

Para eliche per drone DJI Spark

Il selfie drone DJI Spark viene già fornito anche nella versione nuda e cruda senza radiocomando di 4 para eliche davvero efficaci, robuste e ben fatte. Se tuttavia se ne dovesse rompere una, oppure se siete in procinto di intraprendere la strada dell’alleggerimento del drone DJI Spark per poterlo utilizzare rispettando la normativa ENAC italiana come SAPR professionale rientrate nella categoria sotto ai 300 grammi e quindi dei velivoli professionali a pilotaggio remoto classificati come inoffensivi, allora potreste iniziare a pensare a disegnare e poi stampare in 3D i vostri para eliche personalizzati, al fine di risparmiare qualche grammo e fa rientrare lo Spark nei requisiti di legge per tale utilizzo.
[Leggi anche: Droni professionali sotto i 300 gr. prime realizzazioni per lo Spark ]

In rete o meglio sulla piattaforma Thingiverse, fonte universale al quale far abbeverare i maker di tutto il mondo, ecco alcune realizzazioni dalle quale prendere spunto, ma attenzione al peso, dovrete realizzare un prodotto più leggero e possibilmente protettivo come l’originale. La sfida è stata lanciata!
Link al progetto in foto a sinistra e link ad un altro progetto di para eliche per drone DJI Spark, foto di destra.

Estensione per gli stick e porta tablet maggiori delle dimensioni consentite dal radiocomando dello Spark e del Mavic

estensione-per-stick-drone-dji-mavic-stampata-in-3d
Altri oggetti utili per i droni DJI Mavic e DJI Spark, possono essere le estensioni per gli stick. del radiocomando, che in effetti pur essendo molto piccolo ha le leve molto corte, specie per chi è abituato a pilotare a pulpito.

Oppure le estensioni da agganciare alla parte inferiore del radiocomando del drone DJI Spark o del drone DJI Mavic per alloggiare un tablet di dimensioni maggiori di 5,5 pollici. Ecco i due link per i file da scaricare e stampare in 3D.
Il primo a sinistra con falso telefono da alloggiare tra i due bracci pieghevoli del radiocomando.
E link relativo al progetto della seconda foto a destra, con due pezzi di plastica che si incastrano negli alloggi originali del radiocomando e si allargano per consentire l’aggancio di un tablet da 7,5 pollici.

Insomma le idee ci sono tutte, scaldate i vostri motori, pardon i vostri estrusori e sotto alla stampe in 3D.

1754 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: