L’esercito USA dichiara guerra ai droni DJI: “soldati, smettete subito di usarli”

0

“Smettete subito di usarli, disinstallate tutte le applicazioni DJI, togliete immediatamente batterie e schede di memoria e impacchettate tutto fino a nuovo ordine”. Perentorio, il generale Joseph H. Anderson ha ordinato ai soldati americani di disfarsi dei droni DJI. Tutti quanti, grandi e piccini.

Il timore dello Stato Maggiore a stelle e strisce è la poca robustezza dei droni cinesi ai cyberattacchi e soprattutto il timore, che già DronEzine aveva lanciato tempo fa, che Phantom e compagni possano inviare informazioni delicate in Cina.

I soldati americani, in modo più o meno formale, hanno usato in almeno 300 operazioni militari i droni da supermercato cinesi, compresi nei teatri di battaglia in Siria e Iraq. E questo non deve più succedere, spiegano dal Pentagono. L‘ordine di messa a terra immediata non riguarda solo i droni ma tutti i prodotti DJI, compresi gli stabilizzatori per telecamere.

Paradossalmente, i timori dei generali si sono intensificati da che, qualche mese fa, DJI aveva chiuso al volo dei droni grandi fette di spazio aereo in Siria e Iraq. “Se DJI può spegnere i nostri droni da remoto, cos’altro può fare con queste macchine?” si chiedono, un po’ angosciati, i generali americani.

LA REPLICA DI DJI

Pronta la risposta del gigante cinese dei droni, che in una nota ricorda come “persone, aziende e governi di tutto il mondo si affidano ai prodotti e tecnologie DJI per molti usi, comprese missioni delicate e critiche.  Lo stesso esercito statunitense riconosce di avere usato i nostri droni in almeno 300 missioni. Siamo dunque spiaciuti e sorpresi di leggere queste improvvise restrizioni (all’uso dei prodotti DJI da parte dei soldati americani, ndr) e di non essere stati consultati prima della decisione. Stiamo cercando di metterci in contatto con il Pentagono per avere conferme e capire cosa si intende veramente per “cyber vulnerability”, fino ad allora chiediamo a tutti di astenersi dal fare speculazioni gratuite.

12979 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: