Francia: i droni aiutano la stradale a sorvegliare il traffico

0

Non bastano gli autovelox e le pattuglie della polizia stradale, in Francia hanno pensato di ricorrere anche ai droni. Per il momento la sperimentazione riguarda solo alcuni tratti della A10 tra Bodeaux e Parigi, ma non è escluso che in un prossimo futuro i droni possano arrivare a giocare un ruolo di prim’ordine sul controllo del traffico – soprattutto extraurbano, ma anche urbano – di molti Paesi.

In caso di infrazione, il drone trasmette il video all’agente della polizia stradale che, seduto a fianco del pilota, avverte le pattuglie in servizio nei pressi del rilevamento sulle caratteristiche dell’automobile da bloccare per i necessari accertamenti. Il drone, insomma, pattuglia le autoroute transalpine non come uno sceriffo, ma come un abile informatore pronto a riferire alle autorità ogni infrazione osservata dal suo occhio che vigila dall’alto, come ad esempio il mancato rispetto della distanza di sicurezza, i sorpassi a destra e la circolazione nella corsia di emergenza.

Sebbene lo sviluppo tecnologico lasci ipotizzare un uso sempre più vario dei droni, il monitoraggio di strade ed autostrade non sembra essere il loro ambito di applicazione perfetto. Nonostante i vantaggi che uno sguardo dall’alto può offrire alle autorità che controllano il traffico, infatti, ad oggi i droni mostrano delle limitazioni che difficilmente consentiranno loro di mandare a breve in pensione autovelox e compagnia bella.

Il principale ostacolo è per l’aspetto normativo, che al momento obbliga il drone a volare al fianco delle strade ad un’altezza non superiore ai 40-50 metri, ma coesistono difficoltà tecniche che potrebbero facilmente essere risolte in futuro. Ad esempio, infatti, le telecamere in dotazione ai droni testati sulle autostrade francesi non hanno la capacità di zoomare, il che impedisce di inquadrare nitidamente la targa del veicolo in infrazione e quindi risalire al proprietario. Non solo, perché c’è anche il problema dell’autonomia, dal momento che questi droni volano collegati a 3 batterie che garantiscono ognuna 20 minuti circa di volo, per un totale di un’ora circa.

516 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: