Metti un drone nel pollaio

0

Droni e robot sono sulla rampa di lancio per diventare l’arma in più in mano agli agricoltori per sfamare sette miliardi di esseri umani con cibo buono e sano. I droni agricoli sono un mercato che oggi a livello globale vale 817 milioni di dollari, ma arriverà a 16,3 miliardi nel 2020.
Domenica 25 maggio, Al Roma Drone Expo & Show, DronEzine terrà una conferenza sull’importanza degli aerei senza pilota nell’agricoltura italiana

Negli Usa, l’istituto di ricerca Georgia Tech utilizza robot a terra e in volo per monitorare la salute delle galline nei pollai, in modo che gli uccelli ammalati non infettino quelli sani. I robot volanti non ci danno solo uova più buone, ma aiutano a far quadrare i conti dell’agricoltore: le riprese aeree sui terreni agricoli dicono agli agronomi dove bisogna intervenire con i costosi concimi azotati e dove invece le piante non ne hanno bisogno. In questo modo, le prove sul campo hanno dimostrato un drammatico abbattimento dei costi, da 54 a soli 17 dollari per acro.

nel 2011, gli agricoltori giapponesi hanno usato 2.300 elicotteri robot con i quali hanno portato a termine il 90% delle operazioni di irrorazione agricola del Paese.

1322 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: