Libertà di stampa: i giornalisti USA attaccano la FAA

0

Dicono che il divieto di volo con i droni limiti la libertà di stampa e violi il primo emendamento statunitense, cosi le principali agenzie di stampa si sono presentate presso la sede della FAA (Federal Aviatiion Administration) per protestare sulla regolamentazione dei droni.

Martedi scorso erano in sedici le agenzie di stampa presso la sede della Federal Aviation Administration  protestando contro il diveto posto da Michael P. Huerta amministratore della Federal Aviation Administration (FAA   l’equivalente della nostra E.N.A.C.) che di fatto vieta l’uso dei droni per scopi giornalisitci limitando quindi la nascente professione di drone-giornalista.

In attesa della emanazione del regolamento definitivo prevista per il 2015, considerando diversi episodi di pubblica sicurezza; la FAA ha vietato negli States l’uso di droni, o sistemi aerei senza equipaggio (UAS), per fini commerciali, anche se vengono concesse rare eccezioni per il governo e le forze dell’ordine.

kiev-drone

L’agenzia che controlla lo spazio aereo lamenta possibili interferenze con i voli civili e vuole limitare l’uso improprio di velivoli a pilotaggio remoto che possano in un qualche modo danneggiare la pubblica sicurezza aerea e l’incolumità dei cittadini a terra, invocando severe violazioni alle norme sulla privacy.

La replica con petizione esposta tra l’altro da  alcune agenzie quali Associated Press, la Gannett, Hearst, McClatchy , Advance Publications ,si basa sulla sula fatto che viene di fatto infrange i diritti sanciti dal primo emendamento della costituzione statunitense come quello relaitivo alla  libertà di stampa.

1178 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: