Recensione kit alleggerimento 300gr. drone DJI Spark di Droni Sport

0

Dati ENAC alla mano, il 2017 è stato l’anno che ha conclamato l’esplosione di registrazioni di droni da 300 grammi. La categoria di SAPR dal peso minore o uguale a 0,3KG, destinati quindi al mercato professionale è stata veramente quella più apprezzata dai professionisti. Un boom di registrazione, ma anche un boom di vendite di kit di alleggerimento per il drone top model di questo anno: il DJI Spark.

La scelta su questo tipo di drone per portarlo a un peso uguale o inferiore a 300 grammi è dettata dalle proposte delle varie aziende costruttrici. Così come qualche anno fa la Parrot immise sul mercato il Bebop 1, che ben si prestava a una pratica di dimagrimento, a giugno 2017 la DJI sofornava lo Spark che pesa davvero poco di più della soglia prevista dalla legge.

Un fenomeno solo italiano quello dei SAPR da 0,3Kg, cioè i velivoli a pilotaggio remoto  che noi di Dronezine abbiamo battezzato come “trecentini“. E sono solo italiani i costruttori che propongono kit di alleggerimento per i trecentini,; ma ce ne sono almeno una decina.
Abbiamo parlato più o meno di tutti, dai più costosi ai più economici e ognuno ha una sua ragione di esistere.
Ci mancava per completare il giro di prove e test sul campo, il kit di Droni Sport.
Ebbene arrivato da nemmeno un giorno, ci ha subito interessato per un motivo molto particolare: il paraeliche ad attacco rapido.

Ma di questo parleremo dopo, vediamo come si presenta il kit che Antonio Zenzola titolare di Droni Sport una azienda rivenditrice di prodotti DJI e Yuneec sita a Valenzano in provincia di Bari ci ha gentilmente inviato in conto visione.

Il pacchetto piccolo e leggerissimo arriva leggermente ammaccato. I trasportatori si sa non hanno tanta cura dei loro pacchi e confidano molto che chi li confezioni, abbia ben protetto il suo contenuto.
Apriamo quindi il pacco, dopo avergli scattato una foto, non si sa mai in caso di contestazioni e con un minimo di timore, ci accingiamo a svelarne il contenuto.
Considerando che abbiamo già visionato diversi kit per alleggerire il drone DJI SPark e farlo diventare quindi un SAPR da 0,3Kg, eravamo preoccupati per la cappottina e i paraliche che in tutto pesano qualche decina di grammi. Dopo una botta del genere chissà come saranno ridotti.

Invece totale sorpresa per noi contro una preparazione scientifica e meticolosa dell’imballo interno da parte dell’azienda. Dentro al cartone, troviamo una scatola di plastica trasparente che contiene una scatoletta con tanto di logo di Droni Sport che a sua volta e finalmente, nasconde la cappottina.
Iper protetta, bianca e con il logo e la scritta di Droni Sport sulla superficie plastica. l’involucro esterno che ha il compito di proteggere e racchiudere l’elettronica del piccolo Spark, ci pare ben realizzata, piacevole al tatto al punto tale che non sembra nemmeno stampata in 3D.

Ok la cappotta è salva, ma i paraeliche? E chi li ammazza quelli! Sono avvolti a due a due all’interno della plastica con le bolle, il pluri-boll che ha decisamente protetto tutto il loro cammino dalla Puglia sino al nostro laboratorio.

Insieme alla cappottina, una rettangolo di carta stagnola, contiene i 4 tappi inferiori dei 4 motori. Come noto, una altra modifica da effettuare nel caso non si riesca a contenere il peso per farlo rientrare entro i 300 grammi, consiste nel togliere le plastiche trasparenti originali dello Spark e le plastiche scuse che servirebbero a proteggere la parte inferiore dei motori.
Anche questi piccole cerchietti sono stampati in 3D, di un colore chiaro quasi trasparente e certamente permettono ai led di stato sotto al drone di comunicare con l’esterno lo stato di funzionamento del drone stesso.

VIDEO DEL UNBOXING E RECENSIONE COMPONENTI

Abbiamo quindi realizzato un video, di quelli che proprio odiamo dal più profondo del cuore. Un video di unboxing, nel quale mostriamo la cura maniacale con la quale si presenta il Kit di Droni Sport e la bellezza dei prodotti realizzati. D’altro canto, forse in questo caso uan vera e propria recensione in volo risulta difficile e poco significativa, dato che una volta controllato che sia la cappottina sia i para eliche siano ben fissati al drone e non possano in alcun modo volare via e infilarsi nel raggio di azione delle eliche, c’è ben poco da testare.

Nel Kit anche i logbook, un giubbettino e l’assistenza per la compilazione delle pratiche

Il Kit venduto da Droni Sport, comprende oltre al materiale sopra esposto, anche un giuebbettino da alta visibilità, obbligatorio per legge e da indossare durante le operazioni specializzate. un logbook, un Quaderno Tecnico di Bordo e la consulenza pe la registrazione della pratica presso ENAC e presso il sito D-Flight. Il costo comprensivo di tutto al momento della stesura di questo articolo è di euro 179,00.
Ecco il link per acquisto o per avere maggiori informazioni.

 

 

 

3108 visite
Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: