DJI Osmo Mobile 2, la gimbal diventa creativa

0

Può una gimbal essere creativa? Sì, se eredita dall’esperienza di DJI con i droni i meccanismi di tracking automatico propri dei robot volanti. Davvero Osmo Mobile 2 va oltre al classico concetto di steadycam per cellulari, diventando un assistente fotografo robot preciso e intelligente

Esteticamente non è davvero un granché, anzi, la plastica è piuttosto banale e non ha nemmeno un grip di gomma per l’impugnatura, piuttosto voluminosa ma si maneggia abbastanza bene se non si hanno le mani troppo piccole. Brutticello anche il case, in polistirolo grigio e denso, che protegge la macchina durante gli spostamenti, lontano anni luce dalla bellissima confezione dei primi Osmo.

Il bello dell’Osmo Mobile 2 sta nel software: la app prende il controllo della camera, mentre l’impugnatura si connette al telefono via BlueTooth, così non solo possiamo gestire gli spostamenti pn e tilt direttamente dal piccolo ma comodo joystick a funghetto, ma possiamo anche comandare dall’impugnatura lo zoom del cellulare, scattare le foto e riprendere e fermare i video.

All’inseguimento della Vespa giocattolo nella cucina del Masali!

Solo con IOS è anche possibile fare scatti a raffica comandandoli dall’impugnatura, opzione per il momento preclusa agli utenti Android – e Android era il cellulare che abbiamo usato per le nostre prove.

Il “Quadro Comandi” di Osmo Mobile 2: sulla sinistra di lato lo zoom, al centro lo stick a funghetto per tilt e pan, interruttore generale e comando per foto e video. Niente più ditate sullo schermo!

Per i test abbiamo dovuto usare una versione di DJI GO ancora in beta e riservata ai primi tester, ma la macchina si è comportata davvero bene specialmente nelle applicazioni più interessanti, prima tra tutte il tracking del soggetto con cui l’Osmo Mobile 2 mantiene sempre al centro della ripresa il soggetto (o almeno fa il possibile per riuscirci). Molto interessante anche M-Timelapse, un meccanismo per cui si imposta il percorso che deve fare la camera e la gimbal lo esegue: essendo un timelapse è concepito per scattare immagini singole che vengono montate in sequenza, cosa utile per riprendere accelerato un evento che dura parecchio nel tempo, ma tenendo al minimo gli intervalli tra gli scatti (0,5 secondi) si riesce anche a fare una panoramica motorizzata molto fluida, come si vede nel filmato.  Bella l’idea di poter “prendere in prestito” un poco di corrente dall’Osmo per donarla al cellulare, cosa utilissima quando si vogliono fare riprese ma il cellulare è alla canna del gas come corrente. Funziona solo quando l’Osmo non è a sua volta in carica, ma questa non è una grande limitazione: la batteria integrata regge 15 ore di uso, potrà ben donare qualche minuto di autonomia in più al telefonino, no?

Ci è anche piaciuta molto la basetta con filetto fotografico standard che permette di trasformare l’Osmo Mobile 2 in un treppiede intelligente, un grande aiuto anche per chi come noi fa molte recensioni di prodotto. Brava DJI! Piuttosto cheap, ma comunque pratica, la valigetta di trasporto in polistirolo.

Scheda tecnica

Il DJI Osmo Mobile 2 al prezzo di 149 euro può essere acquistato presso il dji-store.it,
Lo store italiano di vendita prodotti DJI.

 

3624 visite
Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: