Droni agricoli, il mercato varrà oltre 1 miliardo di dollari entro il 2024

0

Un nuovo studio di mercato sui droni agricoli conferma la crescita costante del settore, con stime che parlano di oltre 200mila unità spedite a livello globale e un mercato dal valore di almeno un miliardo di dollari entro il 2024.

Come accade sempre in questi casi, abbiamo a che fare con numeri stratosferici, ma gli analisti di Global Market Insights hanno svolto uno studio che, a differenza del solito – non fosse focalizzato solo sul numero dei prodotti venduti o sul tipo di equipaggiamento (categoria nella quale di solito viene incluso anche il software) ma hanno preso in considerazione sia i prodotti (sia dal punto di vista hardware, come ad esempio ala fissa o multirotore, che dal lato software, come ad esempio data management o data analytics) che il tipo di applicazione (mappatura dei terreni, controllo delle coltivazioni). Considerando il maggior numero possibile di fattori, le stime dovrebbero prevedere meglio gli sviluppi di questo mercato.

Al di là delle previsioni, lo studio offre anche l’occasione per tracciare un quadro d’insieme dello scenario attuale, nel quale le principali compagnie del settore sono AeroVironment, DJI, DroneDeploy, PrecisionHawk e Trimble Navigation.

Per quanto riguarda i prodotti dal punto di vista dell’hardware, il futuro dei droni agricoli è ibrido. Solo i velivoli che combinano al meglio la velocità dei multirotori  abbinata alla capacità di hovering e la lunga percorrenza dell’ala fissa riusciranno a conquistare il mercato di domani. Per quanto riguarda le telecamere, sono già presenti oggi numerose soluzioni che includono sensori multispettrali, termici e infrarossi, che forniscono agli agricoltori una visione avanzata dello stato di salute delle loro piantagioni, informazioni che grazie ai vari software di analisi offrono in tempo reali dei dati che aiutano a ridurre i costi (ad esempio a ottimizzare gli input nelle piantagioni) e ad aumentare i profitti.

Dal punto di vista delle applicazioni, il settore è attualmente dominato dalla mappatura dei campi, alla quale in futuro si legheranno sempre di più l’analisi e il monitoraggio delle colture.

Riguardo alle zone del mondo, invece, lo studio sottolinea come nel 2016 il valore del mercato dei droni agricoli negli USA rappresentasse oltre il 30% di quello globale, ma nei prossimi anni si registrerà una crescita altrettanto importante nell’area APAC (Asia e Pacifico), che beneficerà di maggiore adozione e sviluppo tecnologico.

1806 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: