Oslo: un drone per ripulire i fiordi dalla spazzatura

0

Anche nel grande e civile Nord la spazzatura in mare è una piaga, specialmente nei fiordi che si affacciano su grandi città come Oslo. Ma oggi una mano può venire dal cielo…

Sotto le apparentemente cristalline acque dei fiordi norvegesi c’è di tutto, comprese le mine e le bombe della seconda guerra mondiale, carcasse di automobili e biciclette, copertoni usati… e una miriade di bottigliette e sacchetti di plastica che galleggiano sul pelo dell’acqua. Un vero sfregio ai più bei panorami dello sconfinato Nord, è ora di prendere il toro per le corna e spazzare la porcilaia.

Purtroppo, rivela sconsolato al New York Times il presidente dell’Automobile Club locale, Solve Stubberud, non sono passati poi molti anni da quando un sindaco norvegese consigliava ai suoi concittadini il modo più pratico di rottamare una macchina: “spingila sul ghiaccio, ci penserà la primavera“. Un consiglio che oggi giustamente fa rabbrividire i norvegesi, ma anni di incuria hanno fatto il patatrac.

Così nei giorni scorsi i norvegesi hanno detto basta, anche a causa della triste fine di un delfino soffocato da un sacchetto di plastica e morto dopo una lunga agonia sotto gli occhi degli abitanti di Oslo. Spinta dalle proteste l’Autorità Portuale di Oslo ha varato un piano innovativo contro i rifiuti nei fiordi, un vero piano d’assalto che comprende anche i droni. “Li testeremo per scovare le isole galleggianti di spazzatura” assicura il responsabile tecnico dell’autorità portuale  Olav Lunde. Al drone spetta il compito di scovare la spazzatura, a rimuoverla ci penserà una imbarcazione elettrica dotata di braccio robotizzato.

841 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: