Urban Fly Opera, a Torino i droni incontrano l’arte collettiva

0

Quando è comparso per la prima volta in rete l’hashtag #ufotorino, qualcuno l’avrà magari collegato all’avvistamento di una navicella extraterrestre, e invece la tecnologia in questione è tutta umana, ed è persino condita con un bella dose di arte.

UFO, che è la sigla di Urban Fly Opera, è l’iniziativa che permetterà ai droni di abbandonare per una volta i “tradizionali” panni di osservatori del nostro pianeta per indossare l’inedita veste di pittori. Sì, avete capito bene. Sebbene dal punto di vista tecnologico l’idea ricalchi il paradigma del progetto Paint By Drone, del quale vi avevamo già parlato qui, per quanto riguarda il lato artistico l’iniziativa #ufotorino rappresenta in realtà una prima volta a livello internazionale, perché i droni dipingeranno un’opera partecipativa, alla quale chiunque può aggiungere il proprio contributo attraverso l’apposita app.

Ognuno può infatti realizzare e inviare la propria interpretazione grafica del tema “Design the City”, aiutando i curatori del progetto a raccogliere e a comporre il puzzle di disegni che andranno a formare un’opera collettiva che a maggio i droni andranno a comporre su una tela pubblica di dimensioni smisurate.

Ancora una volta, insomma, il mondo della tecnologia e dell’arte – apparentemente così lontani, si vengono incontro e anzi si mettono insieme per stupire, innovare e cambiare il volto alla nostra quotidianità. Per maggior informazioni sul progetto UfoTorino, potete visitare il sito ufficiale Ufotorino.com.

633 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: