Il drone di Airbus ispeziona gli aeroplani

0

Airbus continua ad esplorare l’uso dei droni nell’industria del trasporto aereo civile. L’ultimo annuncio è un drone per ispezionare gli aerei negli hangar, operazione che richiede una giornata di lavoro con le tecniche consuete e si abbatte a sole tre ore con l’uso del drone. L’iniziativa si inserisce nella visione HoF, “Hangar of the future” del gigante europeo dei jet commerciali.

Il drone è stato presentato al MRO Americas, la principale fiera al mondo nel settore della manutenzione degli aeroplani. Il drone è progettato per volare indoor, cioè dentro gli immensi hangar in cui sono ricoverati i jet commerciali, e non ha bisogno di sensori particolarmente sofisticati, visto che l’idea è quella di permettere ai tecnici di fare più facilmente le operazioni di controllo esterno a vista dei gradi jet passeggeri, che non è una operazione semplice visto che un aereo come l’Airbus A 380 è lungo 73 metri e alto 24, come un palazzo di 8 piani. 

Il drone, sviluppato da Testia, una controllata di Airbus, ha quindi telecamere ottiche accoppiate a un software di analisi dell’integrità strutturale dei jet, specialmente utile nelle parti più difficili da raggiungere, come il dorso della fusoliera. Il volo è automatico, così il drone può percorrere con precisione tutta la superficie dell’aereo e scattare centinaia di foto della sua struttura: per maggior precisione, la posizione del drone viene calibrata al millimetro usando un sensore laser che da al software di bordo un riferimento assolutamente preciso anche indoor, dove il segnale GPS potrebbe non essere affidabile.

Essendo inserito nel contesto dell’iniziativa HoT (hangar of the Future), il drone comunica con le altre device intelligenti nei dintorni, come altri robot collaborativi, altri droni, reti, scanner e camere fisse. Il sistema dovrebbe entrare in servizio nel 2018, dopo la certificazione della FAA (l’Enac americana): una certificazione che non ha tanto a che fare con il volo del drone di per sé, in America come in Italia indoor i regolamenti aeronautici non si applicano ai droni, quanto la certificazione delle effettive capacità della macchina di fare il suo lavoro nel settore della manutenzione degli aerei.

 

717 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: